counter

Urbino: Cuoco macedone arrestato per spaccio, era il pusher della movida universitaria

Cuoco macedone arrestato per spaccio, era il pusher della movida universitaria 1' di lettura 18/09/2016 - I carabinieri della Compagnia di Urbino, su delega della Procura, hanno tratto in arresto un cittadino macedone, cuoco di 29 anni e residente ad Urbino, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di circa 22 grammi di cocaina insieme ad un consistente quantitativo di denaro contante pari a circa cinquemila euro.

Dalle indagini degli investigatori sulle frequentazioni del soggetto, tra cui numerosi giovani studenti, il giovane risultava piuttosto addentrato nella movida universitaria locale.

Le manette per lui sono scattate nel pomeriggio di giovedì scorso quando, al termine di un’intercettazione, è stato redisposto un posto di controllo ad hoc che ha consentito ai carabinieri di bloccare il soggetto alla guida di una Mercedes, con lo stupefacente a bordo della stessa autovettura, in località Cappone nel comune di Vallefoglia.

L'arrestato è risultato essere proprietario complessivamente di tre auto di grossa cilindrata e due motocicli, che, insieme ad un tenore di vita piuttosto alto, confliggevano notevolmente con il potere d’acquisto di un giovane cuoco.






Questo è un articolo pubblicato il 18-09-2016 alle 18:25 sul giornale del 19 settembre 2016 - 1176 letture

In questo articolo si parla di cronaca, movida, cocaina, spaccio, arrestato, spaccio di sostanze stupefacenti, studenti universitari, macedone, antonio mancino

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aBj3





logoEV
logoEV