counter

Jesi: truffavano azienda incassando assegni rubati, scoperta banda di campani

assegni 2' di lettura 30/08/2016 - Una banda ben organizzata, composta da almeno 10 uomini, che attraverso assegni presi da un'azienda jesina, incassavano piccole somme su conti aperti ad hoc, fino a rubare 50mila euro.


I carabinieri di Jesi sotto la direzione del Luogotenente Fiorello ROSSI, erano sulle loro tracce dal 2015, controllandone le azioni e gli spostamenti. Soprattutto quel giro di assegni, con importi sempre al di sotto di 5mila euro, così da evitare che la banca trattaria lo comunicasse alla emittente per controllare la loro genuinità. Ogni volta un conto nuovo, per non essere intercettati facilmente.

Ma gli ammanchi in ditta sono stati inevitabilmente notati, sin dai primi mesi del 2015, quando appunto l'imprenditore locale ha segnalato quanto stava accadendo alla locale stazione dei carabinieri. Da lì sono partite le indagine che hanno ricostruito la vicenda: gli assegni erano spediti tramite posta ordinaria e a favore di alcune aziende con cui intratteneva rapporti di lavoro per non destare sospetti.

Dopo lunghe indagini, sicuramente non semplici, i carabinieri hanno individuato una rete composta da 10 uomini, tutti residenti in Campania, specializzata nella ricettazione e truffa degli assegni.
I truffatori/ricettatori, con la complicità di altri soggetti, ad oggi non ancora identificati e che materialmente si occupavano della sottrazione degli assegni, della riproduzione e della falsificazione dei titoli, apponevano il loro nomi come beneficiari, dopodiché si recavano presso un istituto di credito e il gioco era fatto: aprivano un conto corrente e vi versavano l’assegno.

La banda, che attraverso questo sistema è riuscita a rubare oltre 50mila euro, stava tentando di incassarne altrettanti. Ma i carabinieri li hanno scoperti ed hanno inoltrato alla Procura della Repubblica di Ancona una copiosa informativa con la quale hanno imputato in capo ad ognuno dei 10 soggetti la responsabilità delle operazioni truffaldine.


di Cristina Carnevali
redazione@viverejesi.it





Questo è un articolo pubblicato il 30-08-2016 alle 10:17 sul giornale del 31 agosto 2016 - 1326 letture

In questo articolo si parla di cronaca, truffa, jesi, ricettazione, assegni, cristina carnevali, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/aAFs





logoEV
logoEV