counter

Ancona: fermato in piazza d'Armi con la droga in mano, denunciato per falsa identità

Polizia generico 2' di lettura 22/08/2016 - Seduti su un muretto di piazza d’Armi ad urlarsi contro alle 3.00 di venerdì notte. I rumori hanno attirato l’attenzione di una Volante che è intervenuta provvedendo all’identificazione della coppia. L’uomo avrebbe però tentato la fuga cercando di nascondersi dietro ai cassonetti e richiamando la donna per convincerla a fuggire. Raggiunto dagli agenti, l’uomo,se ne sarebbe rimasto accovacciato dietro la spazzatura, mostrandosi nervoso e infastidito dal controllo di polizia.

La donna, una 47enne italiana, sarebbe stata invece più collaborava mostrando i documenti di identità. Riportato alla calma, l’uomo si sarebbe palesato ai poliziotti con la mano destra chiusa, piegata sulla schiena. Invitato ad aprire la mano, nonostante i tentavi di resistenza, non ha potuto far altro che mostrare un pezzo di sostanza stupefacente tipo hashish che stava tentando di frantumare tra le dita. Alla richiesta dei documenti di identità, l’uomo non avrebbe fornito alcun atto attestante le proprie generalità e, incalzato dalle domande degli agenti, dapprima avrebbe cercato di dare dei nomi di fantasia – tra le risate della compagna che accompagnava ogni nome con un applauso – e poi declinando le generalità del fratello. Accompagnato in Questura è stato identificato come 36enne italiano senza fissa dimora, pluripregiudicato per reati contro la persona e in materia di sostanze stupefacenti e quindi denunciato per false generalità, oltre che segnalato alla Prefettura come assuntore di sostanze stupefacenti. È venerdì mattina, verso le 12.00, la Squadra Volante ha anche sventato una truffa ai danni di alcune persone anziane nel rione Adriatico. Gli agenti insospettiti da due imbonitrici che cercavano di fermare delle vecchiette di ritorno dalla spesa per convincerle a farsi aiutare, hanno deciso di seguire da lontano tutti i loro movimenti fino a bloccarle all’altezza di via Maratta. Inutile il loro tentativo di fuga visto che in Corso Amendola si era posizionata un’altra pattuglia. Entrambe 33enni romene in Italia senza fissa dimora e con precedenti di polizia per furto aggravato e reati contro la persona, una delle due era anche gravata da un provvedimento di espulsione dal territorio nazionale. Quest’ultima, accompagnata in Questura è stata denunciata e affidata all’Ufficio Immigrazione per mettere in atto il decreto di espulsione accompagnandola in frontiera.


   

di Enrico Fede
redazione@vivereancona.it

 





Questo è un articolo pubblicato il 22-08-2016 alle 09:26 sul giornale del 23 agosto 2016 - 769 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, droga, truffe, Volanti della Questura di Ancona, articolo, Enrico Fede

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/aAo4