counter

Ancona: violenze in famiglia in aumento, tre denunce

Polizia generico 2' di lettura 22/07/2016 - Picchi di calore e arrivano i primi comportamenti violenti. O almeno questo è quanto ha potuto constatare la Squadra Mobile anconetana nei confronti di alcuni soggetti particolarmente predisposti residenti nel capoluogo.

Il primo ad essere denunciato è stato un 41enne - pregiudicato per reati contro il patrimonio - residente a Brecce Bianche che dopo la separazione dalla moglie per le continue violenze contro di lei, era già stato denunciato . Tuttavia, alla notifica di un ulteriore provvedimento sulla possibilità di levargli la patria potestà, l’uomo avrebbe subito ripreso i comportamenti violenti. Ultimamente è stato notato appostarsi sotto casa della ex moglie, dei suoceri e del figlio minorenne per minacciarli tutti via telefono. Le minacce avrebbero spinto la donna a ritirare la querela, ma gli accertamenti della Polizia hanno portato a denunciarlo di nuovo e ora potrebbe rischiare l’arresto. Anche il secondo soggetto denunciato è una vecchia conoscenza degli investigatori della Mobile, residente agli Archi e in passato già arrestato per le violenze ai danno della ex moglie. Questa volta ne avrebbe fatto le spese la figlia minorenne. Quest’ultima sarebbe infatti stata minacciata dal padre per essersi rifiutata di avere qualsiasi tipo di contatto con lui che, al termine degli accertamenti, è stato denunciato per atti persecutori e ora rischia il carcere.

Il terzo è un 24enne sudamericano residente a Posatora che, da tempo, stando agli accertamenti della Polizia, avrebbe maltrattato la compagna 21enne. I vicini avrebbero riferito ai Poliziotti di urla e rumori di percosse provenienti sempre più spesso dall’appartamento della coppia. In un caso la giovane era ricorsa anche alle cure mediche, con una settimana di prognosi per i colpi ricevuti. A far emergere la vita d’inferno della giovane, il fatto che era stata soccorsa da una Volante della Polizia mentre fuggiva dal suo aguzzino dopo un tentativo di aggressione. I poliziotti l’hanno convinta a sporgere denuncia e la Mobile, in breve tempo, ha trovato numerosi riscontri che hanno portato alla denuncia dell’uomo presso la Procura della Repubblica di Ancona.


   

di Enrico Fede
redazione@vivereancona.it

 





Questo è un articolo pubblicato il 22-07-2016 alle 14:18 sul giornale del 23 luglio 2016 - 1787 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, squadra mobile di ancona, articolo, Enrico Fede

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/azuH





logoEV
logoEV