Accordo tra Federparchi Marche e il Comune di Pesaro per accedere ai fondi europei

Accordo tra Federparchi Marche e il Comune di Pesaro 4' di lettura 14/07/2016 - Il problema del sostentamento e dello sviluppo per i Parchi delle Marche è a una svolta grazie ad un protocollo d’intesa firmato oggi al Parco del Conero. Si tratta di un accordo tra Federparchi Marche rappresentato dal Presidente Lanfranco Giacchetti e il Comune di Pesaro tramite Antonello Delle Noci, Assessore al Bilancio e fondi europei, per promuovere azioni e iniziative di valorizzazione e sviluppo del territorio attraverso la ricerca e l’utilizzo dei finanziamenti comunitari studiati dall’ufficio “Sviluppo e Opportunità” di Pesaro.

La strategia Europa 2020 e l’avvio della programmazione comunitaria 2014 – 2020 infatti, rappresentano una grande opportunità che può essere colta grazie a progettazioni congiunte, frutto di cooperazione tra i vari soggetti locali capaci di rispondere in maniera integrata alle specifiche esigenze del territorio. Sposando questa finalità di sviluppo locale partecipativo e in attuazione del programma di mandato, il Comune di Pesaro ha promosso funzioni di programmazione e di sviluppo secondo una logica ed una strategia di area vasta e ha avviato un percorso di progettazione partecipata dotandosi di uno specifico ufficio “Sviluppo e Opportunità” che si occupa di ricerca ed utilizzo dei finanziamenti comunitari.

"Questo protocollo d’ intesa – spiega Lanfranco Giacchetti Presidente Federparchi Marche - ha un doppio valore perché è legato all’ associazione dei parchi quindi al valore di fare sistema e, in un momento in cui non ci sono risorse per gli investimenti, si rende preziosa questa collaborazione con il Comune di Pesaro, a dimostrazione che esistono comuni illuminati che vedono nei parchi un forte valore aggiunto. Dopo anni di difficoltà Federparchi Marche ha intenzione di intraprendere qualsiasi strada possa condurre a risorse e, questo, è l’ inizio di una buona pratica a costo zero per le aree protette".

Dell’ importanza dei Parchi quali risorse inestimabili per il territorio è convinto Antonello Delle Noci Assessore Bilancio, fondi europei del Comune di Pesaro che al momento della firma ha commentato: "Da oggi le aree protette avranno nel Comune di Pesaro un riferimento per accedere alle risorse europee e dare risposte sostanziali al mondo ambientale. L’ufficio ‘sviluppo ed opportunità’ è già attivo e al servizio di 55 comuni, delle associazioni di categoria e sindacati, delle università di Ancona e Urbino ed ora anche dei Parchi. Ritengo questo un cambio epocale che guarda allo sviluppo delle aree protette attraverso le risorse comunitarie".

Ricordando come l’ idea di coinvolgere Federpoarchi in questo progetto sia nata in una riunione al San Bartolo, Davide Manenti, presidente del Parco pesarese aggiunge: "E' un primo passo verso un’aggregazione futura anche per altre questioni legate ai Parchi e va sottolineto come questo progetto sia a costo zero".

"La commissione europea –dice ora Marco Scriboni, responsabile dell’ ufficio ‘sviluppo ed opportunità’- mette a disposizione dei Parchi fondi diretti e indiretti a cui si accede con migliori risultati lavorando in rete, senza contare come questo aumenti il valore di negoziazione verso la Regione Marche e la Commissione Europea".

Tornando però al contenuto del progetto, in pratica le Istituzioni s’impegnano a sviluppare strumenti di collaborazione e sinergie operative per favorire lo sviluppo delle attività di: Governance e pianificazione delle iniziative progettuali utili per il territorio; analisi, valutazione e monitoraggio dei programmi ritenuti meritevoli di interesse per accogliere le tematiche giudicate prioritarie, in quanto espressione di una più estesa rappresentatività territoriale; organizzazione e partecipazione ad attività didattiche e formative su temi riconosciuti di comune interesse; progettazione comune sulle le tematiche giudicate prioritarie, in quanto espressione di una più estesa rappresentatività territoriale; benchmarking per la individuazione di best practices, di competenze e know-how al fine di rispondere ad esigenze specifiche manifestate dalla parti; supporto e assistenza tecnica per analisi di fabbisogni degli enti e del territorio; assistenza tecnica per l’attivazione di aggregatori e soggetti intermedi per l’organizzazione di una efficace governance territoriale per lo sviluppo di progetti inerenti il territorio.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-07-2016 alle 16:21 sul giornale del 15 luglio 2016 - 757 letture

In questo articolo si parla di attualità, Comune di Pesaro, accordo, fondi europei, federparchi marche, da Federparchi Marche