Ancona: si aggiravano armati di cacciavite e coltello, due denunce

Polizia generico 1' di lettura 17/06/2016 - In giro armati per la città. A individuarli nel pomeriggio di giovedì gli agenti delle Volanti della Questura di Ancona durante i servizi di controllo del territorio. Il primo ad essere pizzicato, verso le 16.45, un 24enne tunisino che si sarebbe aggirato con fare sospetto tra le abitazioni del quartiere Archi per verificare se in quel momento fossero state abitate.

Sottoposto a un controllo, gli sono stati trovati in una tasca della giacca un cacciavite a stella e una torcia elettrica di cui non avrebbe saputo giustificarne il motivo. Visti i suoi precedenti di polizia per reati contro il patrimonio e stupefacenti, i poliziotti hanno deciso di procedere con il sequestro degli oggetti, per il cui possesso è stato denunciato. Situazione di pericolo anche al pronto soccorso m di Torrette verso le 19.00 dove era stata segnalata al 113 la presenza di un uomo che avrebbe minacciato i sanitari con un coltello. Giunti sul posto, i poliziotti hanno individuavano l'uomo, un 41enne anconetano con un passato burrascoso, che con fare minaccioso pretendeva dai medici la somministrazione di alcuni farmaci utilizzati per le cure di malattie psichiatriche. Perquisito, è stato trovato in possesso di un coltello della lunghezza complessiva di 22 cm nascosto nel calzino sinistro e che gli è stato sequestrato. Accompagnato in Questura, è stato denunciato per porto di armi od oggetti atti ad offendere, oltraggio a pubblico ufficiale e minacce verso medici e poliziotti.


di Enrico Fede
redazione@vivereancona.it

 





Questo è un articolo pubblicato il 17-06-2016 alle 13:41 sul giornale del 18 giugno 2016 - 1084 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ayfe





logoEV
logoEV