counter

17 bandiere blu confermate alle Marche, Pieroni: "Un eloquente biglietto da visita per la stagione estiva"

Bandiera Blu 3' di lettura 12/05/2016 - “Confermare anche quest’anno la terza posizione su venti regioni e 293 spiagge in una Penisola non è un podio da sottovalutare, anzi di cui essere molto orgogliosi. Una piccola regione come le Marche si fregia di 17 Bandiere Blu e di ben 6 approdi turistici su 180 km di costa, per la qualità del suo ambiente e per i servizi collegati. Un segnale ottimo che ci sprona a migliorare sempre di più le prestazioni e un eloquente biglietto da visita per la prossima stagione estiva.”

Sono le prime parole di soddisfazione dell’assessore regionale al Turismo-Cultura, Moreno Pieroni alla notizia dell’assegnazione delle Bandiere Blu alle Marche che mantengono numero e stesse località premiate secondo criteri che vanno 'dalla "eccellente validita' delle acque di balneazione" all'efficienza della depurazione, dalla raccolta differenziata alle aree pedonali, piste ciclabili e spazi verdi, turismo sostenibile e gestione rifiuti.

“Di fronte ad altre Regioni confinanti – aggiunge Pieroni - come l''Emilia Romagna, meta turistica balneare da sempre per tradizione, che ne perde due e scende a 7 o l’Abruzzo con 5, non è consolatorio, certo, ma aiuta a comprendere quali sforzi e impegno e lavoro delle diverse località servano per mantenere alto questo prestigioso vessillo. Voglio ringraziare quindi tutte e 17 le località turistiche delle Marche e i territori attorno che contribuiscono alla valorizzazione delle aree, ben sapendo quanto l’apporto di tutti possa significare per la crescita di una comunità e del turismo in particolare.”

Ecco le spiagge premiate: Gabicce Mare (Lido); Pesaro (Ponente/Levante Sottomonte); Fano (Nord, Sassonia, Torrette/Marotta); Mondolfo Marotta; Senigallia (spiaggia di Levante, spiaggia di Ponente); Ancona (Portonovo); Sirolo (Sassi neri/San Michele, Spiaggia Urbani); Numana (Numana bassa, Marcelli Nord, Numana alta); Potenza Picena (Porto Potenza Picena); Civitanova Marche (Lungomare Sud e Nord); Porto Sant''Elpidio (Lungomare); Fermo (Lido, Marina Palmense); Porto San Giorgio (litorale); Pedaso (Lungomare dei cantautori); Cupra Marittima (Lido); Grottammare (Lungomare Nord e Sud) San Benedetto del Tronto (Riviera delle palme). Premiati anche gli approdi: Circolo nautico sambenedettese (San Benedetto del Tronto); Marina di Porto San Giorgio (Porto San Giorgio); Portoturistico di Numana; Marina Dorica (Ancona); Porto della Rovere (Senigallia); Marina dei Cesari (Fano).

“E’ indubbio, infatti, – prosegue Pieroni – che le Bandiere Blu rappresentino un richiamo di particolare attenzione per scegliere la nostra destinazione che quest’anno unisce al “mare pulito” anche un’offerta culturale di tutto rilievo, promuovendo pacchetti collegati alle grandi Mostre del Giubileo, molto vicine a località che detengono la Bandiera Blu come Osimo e Loreto ed Ascoli Piceno o addirittura nella stessa città come è il caso di Senigallia. Ma c’è un ulteriore aspetto che ci rincuora di questi riconoscimenti internazionali della Foundation for Environmental Education (Fee) e cioè che orienteranno i viaggiatori a scelte di qualità – e noi siamo tra queste – mitigando l’effetto dell’allarme terroristico che anche alcuni media tedeschi avevano cavalcato in maniera improvvida.”

“Un motivo di soddisfazione ulteriore – conclude l’assessore – è ri-constatare che puntare sulla qualità ambientale e sul turismo sostenibile evidentemente premia, stando anche ai numeri in aumento per il turismo verde in termini di fatturato e di cui è prevista una tendenza in crescita.”






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-05-2016 alle 16:31 sul giornale del 13 maggio 2016 - 1466 letture

In questo articolo si parla di attualità, regione marche, bandiera blu

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/awRv