counter

Assistenza Domiciliare Indiretta, Busilacchi: “Bene incremento fondi per il 2016. Destiniamo anche risparmi ottenuti con la SUAM”

2' di lettura 10/05/2016 - “Sono pienamente soddisfatto della risposta che la Vice Presidente Casini ha dato alla mia interrogazione sull’Assistenza Domiciliare Indiretta per disabili gravi. E lo sono perché non solo è stata una risposta puntuale su un tema fondamentale su cui è opportuno mantenere alta l’attenzione, ma ha fornito un dato nuovo e importante: nel 2016 il fondo per questo servizio verrà aumentato. Una notizia sicuramente positiva per i cittadini”.

Così il Presidente del Gruppo PD in Consiglio regionale, Gianluca Busilacchi, è intervenuto nel corso della riunione odierna dell’Assemblea legislativa delle Marche.
Busilacchi, firmatario dell’interrogazione che chiede il potenziamento dei fondi per l’Assistenza Domiciliare Indiretta per persone colpite da disabilità gravi, al fine di favorire per le stesse percorsi di vita indipendenti e umanizzati, privilegiando la loro facoltà di scegliere la propria residenza piuttosto che soluzioni di ricovero in strutture sanitarie, ha ricordato come “la Regione Marche è una delle regioni ad aver mantenuto questo servizio – non tutte lo hanno fatto – in questi anni di bilanci difficili. Poi, certo, si può sempre migliorare e ci auguriamo che ce ne siano le possibilità”.

“Dopo l’impegno importante della Regione degli ultimi anni – ha ricordato Busilacchi –, nel 2015 la disponibilità del bilancio regionale è stata azzerata e la Giunta ha supplito a tale mancanza con il ripristino di 5,3 milioni di euro, derivanti dal Fondo Nazionale per le non autosufficienze (FNA). Per il 2016, il trasferimento del FNA dovrebbe ammontare a circa 3,3 milioni di euro, a cui si dovrà aggiungere un corrispettivo in capo al bilancio regionale, per garantire il servizio almeno ai livelli dello scorso anno”.

Quindi, ha avanzato una soluzione Busilacchi. “Credo sia una buona idea – ha detto il capogruppo PD – se i risparmi ottenibili con la centralizzazione degli acquisti pubblici tramite SUAM, la Stazione Unica Appaltante delle Marche, siano in parte destinati ad implementare l’assistenza domiciliare indiretta e servizi simili, che diano risposte ai cittadini più in difficoltà. Dobbiamo tenere un faro acceso su tale questione, molto delicata e sentita dai cittadini e sono soddisfatto della sensibilità dimostrata dalla Regione, anche nella risposta a questo atto”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-05-2016 alle 20:08 sul giornale del 11 maggio 2016 - 896 letture

In questo articolo si parla di politica, Gruppo Pd Marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/awMa





logoEV
logoEV