counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > CRONACA
articolo

In arresto due cittadini macedoni, minacciavano e ingiuriavano due poliziotti

1' di lettura
901

Una volante del Commissariato di Polizia di San Benedetto del Tronto è intervenuta in via della Pace dove il personale del 118 si è trovata in difficoltà con un cittadino macedone che stava dando in escandescenza all’interno della sua abitazione.

Giunta sul posto la volante hanno trovato quattro operatori sanitari alle prese con un uomo, noto alle forze dell’ordine, con varie parti del corpo ricoperte di sangue ed in evidente stato di agitazione psicomotoria. La madre lo tratteneva a stento e pronunciava con tono alterato minacce di morte verso un infermiere.

L' uomo, alla vista dei poliziotti, indirizzava anche nei loro confronti pesanti minacce aggredendoli con calci e pugni, così il cittadino, di nazionalità macedone è stato immobilizzato con non poche difficoltà dagli operatori anche perché durante l’azione la madre difendeva il figlio e se la prendeva con i poliziotti.

Successivamente si è riusciti a ricostruire il fatto dal racconto dei protagonisti della vicenda, e si è compreso che l'uomo si era ferito rompendo volontariamente una porta finestra della propria abitazione provocandosi lacerazioni profonde ad un braccio ed alla testa. e per questo è stato chiamato il 118 per le dovute assistenze, risultate vane e difficili.

Il macedone e sua madre sono stati fermati per minaccia, resistenza, oltraggio e lesioni a pubblico ufficiale.

I due poliziotti intervenuti hanno subito varie contusioni a seguito dell’intervento ma le condizioni sono buone.



Questo è un articolo pubblicato il 29-04-2016 alle 15:38 sul giornale del 30 aprile 2016 - 901 letture