counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > CRONACA
comunicato stampa

Chiaravalle: ladri in via Rosselli, la giovane incinta racconta lo spavento

3' di lettura
1225

La giovane chiaravallese incinta che ha scoperto i ladri in casa

“Ho avuto paura per la figlia che porto in grembo ma non sono svenuta e non ho visto i ladri in faccia”. Laura Belardinelli è la chiaravallese di 29 anni, in stato interessante da 4 mesi, protagonista giovedì di una disavventura che avrebbe volentieri evitato.

Nella sua casa di via Rosselli, proprio sotto l’ospedale, mentre Laura e la nonna stavano cenando, sono entrati i ladri che hanno rovistato dappertutto, arraffando gioielli ed orologi ma anche pantaloni, giubbini, profumi. Laura è una ragazza in gamba, ora è disoccupata ma è stata proprietaria di Villa Colle, una libreria per bambini in viale della Vittoria ormai chiusa. “Ho passato una notte travagliata – dice Laura – piena di incubi, col pensiero che ancora i ladri fossero in casa ma oggi va meglio”. La giovane ripercorre i momenti drammatici di giovedì.

“Erano le 19,45 ed ero al piano di sopra della villetta a due piani: lì viviamo io e mio marito Valerio mentre al primo piano mio padre, che era ancora fuori e mia nonna. Neppure Valerio, che lavora come meccanico, era in casa visto che è a Milano per un corso. Ho sentito dei rumori provenire dal piano di sotto, come se a causa del vento sbattessero le ante della finestra del bagno. Mi sono preoccupata ma non mi sono mossa.

Solo alle 20,05 – ricorda con estrema precisione – sono scesa quando mia nonna mi ha chiamato per la cena. Sono passata da una scala interna, ho chiuso la porta del bagno, dove solo dopo ho capito che si stavano nascondendo i ladri, e quella della camera di mio padre. I malviventi hanno avuto tutto il tempo di agire e arraffare ogni cosa. Solo alle 21,15, quando mio padre che era rientrato a casa è andato in camera ci siamo accorti del caos e del furto. Ho avuto un crollo psicologico, ho pensato che potevano far del male alla mia bambina e a tutti noi. Mio padre ha chiamato i carabinieri che sono giunti a tempo di record, come i volontari della Croce Gialla. Tutti sono stati gentilissimi: ero molto spaventata ma non c’è stato bisogno di cure né di ricoveri”.

I ladri, probabilmente due in casa ed uno che faceva il palo aspettando in auto, si sono arrampicati sulla recinsione della villetta e sono entrati dalla finestra del bagno al primo piano. Hanno rubato di tutto: merce di valore come i gioielli, gli orecchini, i bracciali di Laura, due orologi del marito ma anche pantaloni usati, giubbini, perfino i profumi che erano in bagno. Per le modalità del furto dovrebbe trattarsi, secondo gli inquirenti, di malviventi provenienti dall’est europeo.

La famiglia Belardinelli aveva subito un furto analogo 9 anni fa nella stessa casa. “Avevano rubato tutto l’oro di nonna”. Giovedì sera c’è stato anche un altro tentato furto, fortunatamente non andato a buon fine.

In via Mameli, verso le 19,30, una donna aveva visto i ladri arrampicarsi sul balcone della sua casa e li aveva messi in fuga. “Non si vive più – dice Laura Belardinelli – so che ci sono ladri che rubano di tutto, anche generi alimentari, cose usate, perfino polli e galline”. Poi il pensiero torna, come sempre, a Mia. “E sì, la chiameremo Mia nostra figlia e speriamo proprio possa vivere in un mondo migliore”.



La giovane chiaravallese incinta che ha scoperto i ladri in casa

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-02-2016 alle 16:49 sul giornale del 29 febbraio 2016 - 1225 letture