counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > POLITICA
comunicato stampa

Sanità, i consiglieri regionali di minoranza membri della IV Commissione Consiliare: 'Basta chiacchiere'

2' di lettura
833

Vi è un preciso e chiaro percorso del Governo regionale che penalizza fortemente alcune strutture sanitarie specialmente nel territorio dell'entroterra e poi c’è il tentativo di vendere la pelle dell’orso prima di averlo ucciso gettando confusione e illudendo i cittadini su un tema di vitale importanza come la Salute. Un argomento che sta a cuore a tutti i marchigiani e che non dimentichiamo interessa l’80% del bilancio regionale.

Elena Leonardi, (Fratelli d’Italia), Sandro Bisonni, (Gruppo Misto), Marzia Malaigia, (Lega Nord) e Romina Pergolesi, (Movimento 5 Stelle), alzano il tiro verso la riforma sanitaria regionale partendo ancora una volta dalla proposta di delibera 1183/15 anche ieri all’attenzione del Consiglio regionale.

Ennesima occasione di come continui a persistere confusione a Palazzo Raffaello è stata l'interrogazione della Consigliera Marcozzi, che non ha seguito il procedere dei lavori della IV Commissione, legata alla questione del Mezzo di Soccorso Avanzato (MSA) di Matelica, cui ha risposto l’Assessore Cesetti per conto dell'assente Ceriscioli.

Nella dichiarazione con cui Cesetti ha risposto all’atto c’è l'affermazione di una proposta per avere a Matelica la MSA H24. Eppure la famigerata delibera 1183 riporta ancora oggi che questa è H12 come confermato chiaramente dal Dirigente del Servizio Sanità, Piero Ciccarelli, nella lettera inviata alla Commissione il 26 gennaio scorso in risposta ad una precisa richiesta avanzata dalla Vicepresidente Leonardi.

E allora ci si deve accontentare delle parole, per quanto di tutto rispetto dell’Assessore al Bilancio, invece che avere atti formali come il diritto costituzionale, lo Statuto e il regolamento interno del Consiglio regionale chiedono?
A cosa servono le leggi, gli atti amministrativi ma soprattutto a che serve il Consiglio regionale se viene svuotata o resa vana la sua funzione?
Quale valenza possiamo attribuire a una affermazione dell’Assessore se di fatto l’atto amministrativo non esiste ancora?

Forse è prassi per questa giovane giunta considerare “atto formale” una occasionale dichiarazione di un tecnico solo perché il Presidente Ceriscioli non la smentisce?
I cittadini meritano maggior rispetto, la giunta deliberi quanto prima l’atto ufficiale per l'H24 a Matelica e che i criteri utilizzati per questo Comune siano estesi a tutte le altre realtà interessate dalla riforma.

Una Regione si governa con gli atti scritti, decisi in concertazione con i territori e non con slogan propagandistici!

Sandro Bisonni Gruppo Misto

Elena Leonardi Fratelli d’Italia

Marzia Malaigia Lega Nord

Romina Pergolesi Movimento 5 Stelle



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-02-2016 alle 12:12 sul giornale del 13 febbraio 2016 - 833 letture