counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > POLITICA
comunicato stampa

Lega Nord-Marche sostiene la manifestazione contro i tagli all'assistenza sanitaria

2' di lettura
559

Lega Nord

"Crediamo si stia verificando un risveglio collettivo per chiedere con forza a questo governo regionale di fare un passo indietro consentendo alla nostra regione di tornare ad un livello di civiltà, di giustizia e di uguaglianza sul piano dei diritti essenziali alla salute!".

Questo il commento del Gruppo Consiliare Lega Nord-Marche, che sostiene la protesta dei pensionati marchigiani contro i tagli all'Assistenza sanitaria da parte del Governo Regionale. La manifestazione portata avanti venerdì mattina dalle Organizzazioni sinadacali dei pensionati e dai pensionati stessi, è l'ennesima riprova che i cittadini marchigiani ne hanno abbastanza.

Le ragioni per cui i pensionati hanno deciso di scendere in piazza, nonostante il tempo e nonostante le problematicità possibili legate all'età, sono tante; sono le ragioni e le richieste che da troppo tempo la politica non ha voluto ascoltare e per le quali non si è mai adoperata nel trovare risposte adeguate, abbandonando letteralmente i cittadini a se stessi.

La protesta avvenuta solo un mese fa sotto il Palazzo del Consiglio Regionale, durata un intero pomeriggio per una “scellerata” riorganizzazione della sanità, per la chiusura dei punti nascità, per un 'assistenza territoriale inadeguata e “pericolosa” e quella di venerdì mattina, ci mostrano la disperazione di cittadini che non hanno altri strumenti per far sentire la loro voce nella richiesta di rispetto della propria dignità e dei propri diritti.

Abbiamo un sistema pubblico di assistenza sempre più oneroso e sempre meno efficiente ed il Presidente Ceriscioli e la sua Giunta è ora che facciano scelte, di coscienza e buon senso, che vadano nella direzione di garantire il diritto alla salute ai cittadini marchigiani.Questi provvedimenti ingiusti, iniqui colpiscono ancora una volta coloro, pensionati e lavoratori dipendenti,che pagano le tasse in questo paese.

Ad allarmare i pensionati sono in particolare la mancanza di risposte sui temi del rafforzamento delle cure domiciliari, sull’istituzione del fondo regionale di solidarietà, sul progetto di potenziamento dei servizi residenziali e semiresidenziali, in particolare per anziani.

Vogliamo pertanto denunciare e combattere la volontà della regione di incentivare il ricorso al privato, con poca trasparenza e moralità politica (...e su questo l'Assessore alla Sanità dovrebbe assumersi le proprie responsabilità dimettendosi ), a danno della sanità pubblica, la riduzione progressiva dei servizi ospedalieri, in particolare quelli destinati ad affrontare le acuzie, la non avvenuta valorizzazione dell’assistenza territoriale, crea disparità di trattamento inaccettabili ed è per questo che combatteremo con forza questa grave situazione.



Lega Nord

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-02-2016 alle 12:58 sul giornale del 13 febbraio 2016 - 559 letture