counter

Ancona: Insegue la moglie con la scimitarra, nei guai 28enne bengaldese

1' di lettura 27/01/2016 - Terrore in casa di una 28enne, dove la Polizia viene accolta da un uomo che brandisce una scimitarra. Si tratta di B.H., 28enne bengaldese, regolare sul territorio nazionale. Ma la lite iniziata prima della cena aveva questa volta spaventato a morte la donna, sua connazionale, che, nonostante fosse riuscita a barricarsi nella camera da letto, temeva per la sua incolumità.

Da tempo l’uomo, pur avendo perso il posto di lavoro continuava ad invitare a cena i suoi amici pretendendo dalla moglie portate abbondanti per tutti e accoglienze da reggia. La dona avrebbe cercato più volte di fargli capire l’impossibilità delle sue richieste, ricevendo ogni volta in cambio aggressioni da prima verbali e poi fisiche, con spintoni, strattoni e schiaffi. E come nei precedenti episodi di accesso, la vittima è tornata a chiudersi anche martedì sera all'interno della sua camera da letto. E mentre l’uomo si scagliava contro la porta minacciando la moglie urlandole di aprire la porta e battendo ripetutamente il legno con calci e pugni, lei era riuscita ad afferrare il telefono cellulare per comporre il 113.

Le Volanti giunte sul posto hanno intimato all'asiatico di aprire e lui li accontentava con la spada in mano. Bloccato e disarmato, una volta entrati nell'appartamento, gli agenti hanno fatto uscire in sicurezza la donna, trasportata al Pronto Soccorso di Torrette, che le ha fornito sette giorni di prognosi. Per il moschettiere sono scattate le manette, mentre dalla perquisizione domiciliare, oltre alla scimitarra, è stato recuperato un machete, lungo circa 57 cm.


   

di Enrico Fede
redazione@vivereancona.it

 





Questo è un articolo pubblicato il 27-01-2016 alle 13:31 sul giornale del 28 gennaio 2016 - 1913 letture

In questo articolo si parla di

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/asYn





logoEV
logoEV