counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > CRONACA
articolo

Ancona: sparatoria in centro, ladri riacciuffati al casello di Forlì

1' di lettura
1452

Presa la banda di ladri acrobati albanesi che mercoledì sera ha seminato il panico in centro. Sequestrata anche la Opel Astra piena di arnesi da scasso usata per mettere a segni il colpo in via San Marcellino, fruttato loro un paio di orologi e pochi gioielli.

Nottata dura per le Volanti che, dopo aver arrestato il sospetto, un 38enne che ha passato la nottata in Questura in attesa del processo per direttissima, avevano perso le tracce dei due complici. Rimanendo nascosti in attesa di un 27enne residente a Monza che avrebbe fatto da palo, verso l’1.00 sono però stati intercettati dalla Polizia al casello dell’A14 di Forlì e trovati con circa 1500 euro in contanti di cui non sapevano dare spiegazioni. Affermavano di essere appena arrivati dall’Albania, ma il biglietto autostradale indicava chiaramente che erano entrati verso mezzanotte da Ancona Nord.

I colleghi delle Volanti anconetane hanno subito riconosciuto i due, specialmente perché uno di loro, classe 1991 e residente a Milano, zoppicava vistosamente e aveva il giubbotto lacerato, segni che poteva essere stato lui a scavalcare il muro di via San Marcellino alto circa 6 metri. L’altro è un 20enne senza fissa dimora. Entrambi sono in carcere a Forlì, mentre l’autista è stato denunciato a piede libero per favoreggiamento. Per Cinzia Nicolini “si tratta di ladri pendolari. Vengono per uno o due giorni, notano le strade più buie, colpiscono e se ne vanno”. Nessuno dei tre sembra aver intenzione di parlare.





Questo è un articolo pubblicato il 21-01-2016 alle 14:18 sul giornale del 22 gennaio 2016 - 1452 letture