counter

Ancona: furti da manuale e aggressioni ai poliziotti, cinque denunce

Polizia generico 2' di lettura 12/01/2016 - Spese pazze all’ipermercato. O meglio, spese gratis. Approfittando dell’affollamento per i saldi invernali, quattro pugliesi – una 19enne, una 25enne, un 22enn e un 39 enne - credevano di averla fatta franca nel pomeriggio di lunedì in seguito a due furti.

Verso le 17.00 sono entrati in un ipermercato della Baraccola ed hanno cominciato ad aggirarsi per i reparti, scegliendo accuratamente le corsie più frequentate. Sceglievano con cura il prodotto, vi si posizionavano davanti e armeggiavano con la confezione: fingendo di prenderne un’altra si passavano la prima d mano in mano fino a farla sparire dentro le borse delle due donne. All’interno di queste ultime sono finite due casse acustiche portatili, vari prodotti di cosmesi, rimmel, rossetti, smalti, matite per occhi, ombretti, numerosi prodotti per l’igiene personale, tre bagnoschiuma, quattro confezioni di sapone liquido, varie saponette, salviette umidificate e tre batterie portatili per telefoni cellulari, per un valore di centinaia di euro. Ma il loro comportamento non è passato inosservato alla vigilanza che, allertato il 113, ha atteso la comitiva all’uscita senza acquisti insieme ai poliziotti delle Volanti. Di fronte all’evidenza i quattro sono stati costretti ad ammettere le proprie responsabilità aprendo le borse per mostrare la merce trafugata.

Ma a quella dell’ipermercato se ne aggiungeva altra, celata nei giubbotti: numerosi capi di abbigliamento intimo di noti stilisti italiani, calze da donna e calzini da uomo, poi risultati essere stati trafugati un’ora prima da un altro esercizio commerciale. I quattro sono stati denunciati a piede libero per furto aggravato, mentre la merce è stata interamente riconsegnata ai proprietari.

Inquietanti presenze, poco più tardi, in via Carducci. Poco prima della mezzanotte di lunedì, gli uomini delle Volanti notano cinque pregiudicati, fermi sul marciapiede a confabulare passandosi bottiglie di alcolici. Decidono di procedere alla perquisizione personale, ma alla richiesta di fornire i documenti, P.D., 46enne anconetano si rifiuta e, anzi, aggredisce i poliziotti, che si vedono costretti ad immobilizzarlo. L’aione sconsiderata gli è costata una denuncia per resistenza a Pubblico Ufficiale.


   

di Enrico Fede
redazione@vivereancona.it

 





Questo è un articolo pubblicato il 12-01-2016 alle 19:56 sul giornale del 13 gennaio 2016 - 523 letture

In questo articolo si parla di cronaca, furti, polizia, aggressione, polizia di notte, articolo, Enrico Fede

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/asrJ





logoEV
logoEV