counter

Ancona: droga e armi illegali in città, nei guai due giovani

Polizia generico 1' di lettura 11/01/2016 - Strani rumori scatenano la paura dei residenti del Rione Adriatico nella notte. Verso le 3.30, qualcuno sente infrangersi dei vetri e contatta la Polizia. Gli uomini delle Volanti trovano in frantumi il parapetto in vetro di un balcone al primo piano di un palazzo e si mettono alla ricerca del vandalo.

Non ci mettono molto a scovarlo, ma lui tenta la fuga, cercando di nascondersi tra le auto parcheggiate. Raggiunto, reagisce al blocco sferrando calci e pugni agli agenti che si vedono costretti ad immobilizzarlo. Con se aveva una specie di martello artigianale composto da un' asta metallica ed un pesante terminale cilindrico, probabilmente utilizzato per l’azione criminale. Accompagnato in Questura, il 20enne, completamente ubriaco, si è ritrovato con una denuncia per danneggiamento, resistenza a pubblico ufficiale e porto abusivo di armi.

E con un’arma illegale – questa volta un coltello a scatto – si aggirava nel pomeriggio, anche un 26enne tunisino. Il suo incedere in maniera sospetta lungo via Giordano Bruno ha attirato l’attenzione di una Volante. Dalla perquisizione personale è emersa una dose di eroina, sufficiente per una segnalazione in Prefettura.


   

di Enrico Fede
redazione@vivereancona.it

 





Questo è un articolo pubblicato il 11-01-2016 alle 16:00 sul giornale del 12 gennaio 2016 - 817 letture

In questo articolo si parla di cronaca, droga, via giordano bruno, vandalo, armi illegali, articolo, Enrico Fede, rione adriatico

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/asn5





logoEV
logoEV