counter

Ancona: sequestri di pesce per 30.000 euro nell'operazione Tallone d'Achille

1' di lettura 31/12/2015 - Sono circa 1450 i kg di prodotto ittico sequestrato dalla Capitaneria di Porto dorica nell’ambito dell’operazione Tallone d’Achille. Si è trattato di una vasta azione realizzata su scala nazionale e mirata a scoprire le irregolarità nel trasporto, nella conservazione e nella vendita.

Nel territorio di competenza anconetana sono stati fermati alcuni autotrasportatori sprovvisti della documentazione sanitaria, rilevate una serie di irregolarità relative alla tracciabilità presso alcuni ristoranti etnici e deferite all’Autorità Giudiziaria alcuni soggetti dediti alla vendita di prodotto ittico congelato e pubblicizzato come fresco.

Le sanzioni si aggirano attorno ai 30.000 euro. Per questo sono state inviate alla Procura della Repubblica quattro notifiche di reato. Tre di queste sono relative alla frode nell’esercizio del commercio (art. 515 C.P.), mentre l’ultima è per detenzione di prodotto ittico allo stato - falso - di novellame.

I controlli sono tuttora in corso.


   

di Enrico Fede
redazione@vivereancona.it

 







Questo è un articolo pubblicato il 31-12-2015 alle 15:58 sul giornale del 02 gennaio 2016 - 1126 letture

In questo articolo si parla di cronaca, guardia costiera, pesce, frode, articolo, Enrico Fede

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/ar8m





logoEV
logoEV