counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > POLITICA
comunicato stampa

Por Fesr Marche “Salute e benessere”, Bora: “Dieci milioni per affrontare le sfide sociali con modalità e strumenti nuovi”

2' di lettura
637

manuela bora
Dieci milioni di euro per rafforzare la ricerca, lo sviluppo tecnologico e l’innovazione nei servizi sanitari erogati ai cittadini attraverso modalità che coinvolgano imprese e strutture pubbliche o private. È la somma che la Regione Marche mette a disposizione con un bando Por Fesr, pubblicato sul Bollettino Ufficiale n. 111 del 10/12/2015.

Le agevolazioni verranno concesse alle aggregazioni di imprese che sperimenteranno le innovazioni, in collaborazione con strutture sanitarie, sociali e socio sanitarie. Il bando è stato presentato nel corso di un incontro promosso dalla Regione con la Camera di commercio di Ancona e l’Istao.

L’evento ha registrato 115 partecipazioni (67 imprese, 27 organismi di ricerca e 21 soggetti sperimentatori). Si è svolto con la formula del “Business speed date”: incontri individuali veloci, in cui tutti hanno avuto la possibilità di incontrare tutti, moltiplicando la possibilità di trovare collaborazioni per sviluppare la propria idea innovativa negli ambiti dei dispositivi medici, medicina personalizzata, promozione della salute, qualità dei servizi.

“Nelle Marche, come nel resto dell’Europa, il settore pubblico affronta importanti sfide sociali determinate dall’invecchiamento della popolazione - evidenzia l’assessora alle Politiche Comunitarie, Manuela Bora – Sfide che devono assicurare cure sanitarie di qualità a prezzi accessibili per contenere la spesa pubblica che può contare su risorse sempre più limitate. Sono pertanto necessarie soluzioni nuove e migliori, alcune della quali ancora non reperibili sul mercato, sicuramente complesse dal punto di vista tecnologico. Con i fondi Por Fesr intendiamo individuare strategie innovative nell’ambito della promozione della salute e del benessere delle comunità locali”.

Le risorse stanziate con il bando finanzieranno progetti collaborativi di ricerca e sperimentazione per promuovere nuovi mercati alle imprese del territorio, far emergere una domanda di innovazione della pubblica amministrazione, sviluppare soluzioni rispondenti alle esigenze dei cittadini, ottimizzare la spesa pubblica.



manuela bora

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-12-2015 alle 18:40 sul giornale del 18 dicembre 2015 - 637 letture