counter

Pergola: abbandona la famiglia per stabilirsi nel Regno Unito, i Carabinieri lo arrestano sette anni dopo

Carabinieri 1' di lettura 02/12/2015 - L.C., 58enne nativo di Pergola, residente anagraficamente a Mondolfo ma di fatto domiciliato da anni a Winchester (Regno Unito) è stato arrestato dovendo espiare 4 mesi di carcere e 400 euro di multa.

Anno 2008: decide di rifarsi una vita Oltremanica lasciando moglie e figli a Mondolfo. La donna finisce più volte sulla cronaca locale per chiedere giustizia e sostegno economico, tanto che le sue denunce per violazione degli obblighi di assistenza familiare portano a una sentenza definitiva già nel 2011. Anche le istituzioni politiche si interessano alla vicenda e il sindaco di Mondolfo si preoccupa di sostenere la donna e i figli fino alla maggiore età.

Nel frattempo l’uomo, convinto di non dover far mai più ritorno in Italia, non si presenta nelle aule dei tribunali. Uno dei figli, inoltre, si trasferisce per vivere con lui.

A fine novembre 2015 muore a Pergola il padre dell'uomo e i Carabinieri ipotizzano la presenza di L.C. al funerale. Infatti, nonostante il pericolo di finire in carcere, il 58enne si presenta alla camera mortuaria. Vede i militari e capisce tutto. Saluta per l'ultima volta il defunto genitore e si consegna agli agenti dell'arma che, silenziosamente, lo attendono all’esterno.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-12-2015 alle 21:23 sul giornale del 03 dicembre 2015 - 747 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, Francesco Gambini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/arcq





logoEV
logoEV