counter

Ancona: Prende a sprangate in testa un collega, arrestato camionista bulgaro al Mandracchio

Polizia di notte 1' di lettura 30/11/2015 - Finisce nel sangue una cena tra autotrasportatori bulgari al Mandracchio. Deve essere andata di traverso ad un loro connazionale la decisione di non invitarlo a sedersi con loro al tavolino da campeggio improvvisato tra gli autotreni verso le 20.00 di domenica. Avvicinatosi con fare minaccioso, ha preso ad insultare i quattro colleghi.

Il più giovane, un 35enne, per comprendere meglio il suo comportamento, lo ha seguito. E si è ritrovato ad essere colpito ripetutamente alla testa da una spranga di ferro lunga circa 70 cm. E' riuscito a fuggire e, tenendosi la testa tra le mani per tamponare il sangue, a raggiungere gli amici, che hanno chiamato la Polizia. Attraverso le indicazioni del ferito, che intanto riceveva le cure del 118, gli agenti della Volante hanno potuto rintracciare l'uomo, 31enne, in via Einaudi. Era sotto shock e piangeva, ormai convinto di aver ucciso senza motivo un connazionale aprendogli la testa come un melone. L'arma insanguinata era ancora nell'abitacolo del suo tir. Manette ai polsi per lui.


di Enrico Fede
redazione@vivereancona.it

 





Questo è un articolo pubblicato il 30-11-2015 alle 14:04 sul giornale del 01 dicembre 2015 - 893 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, articolo, Enrico Fede

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/aq58