counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > POLITICA
comunicato stampa

Percorso Ictus Integrato, Leonardi: 'Una proposta anche per le Marche'

2' di lettura
938

Elena Leonardi
Una importante mozione è stata presentata oggi dal Vicepresidente della Commissione Sanità Elena Leonardi, di Fratelli d'Italia – A.N., essa intende proporre alla Giunta Regionale l'impegno per la costituzione di un “Percorso Ictus integrato” anche nelle Marche, unica regione in Italia senza questa strategia di trattamento.

La nostra regione difatti risulta indietro rispetto alle altre per questa metodologia innovativa di trattamento, denominata "Stroke Unit", pur avendo risorse umane e strumentazioni adatte ed efficaci allo scopo. Si tratta nella sostanza di un intervento di trombolisi endovascolare da farsi entro le tre ore dall'evento, abbinato al più recente trattamento endoarterioso delle lesioni ischemiche cerebrali. Gli ictus sono tra le più frequenti cause di mortalità e di invalidità permanente, con costi economici e sociali tra i più elevati tra tutte le patologie. Le cause degli ictus ischemici sono l'embolia e la trombosi dei vasi arteriosi che alimentano il tessuto cerebrale; tra le cause degli ictus emorragici sono particolarmente importanti le rotture degli aneurismi e delle malformazioni vascolari cerebrali.

La caratteristica di tutte queste patologie è la drammaticità dell'evento che ha una evoluzione estremanente rapida (a volte poche ore o minuti): circa il 50% dei pazienti colpiti da ictus emorragico muore nelle prime fasi della malattia. Per questi motivi appare evidente l'assoluta importanza dell'immediatezza dei trattamenti, difatti questa è una patologia ad alta complessità i cui esiti, in termini di mortalità e disabilità, dipendono dal fattore tempo di intervento.

La tecnica che la mozione intende introdurre, spiega la Leonardi, e che sarà applicata presso gli Ospedali Riuniti di Ancona, è una delle più innovative e supportata da numerosi studi scientifici positivi. Essa risponde ai dettami terapeutici più moderni in modo che al “Percorso Ictus” tradizionale si affiancherà un più corretto ed efficace sostegno dell'acuto sin dai primi momenti e con una procedura corretta di monitoraggio e cura anche nelle settimane successive.

La Leonardi auspica che la mozione venga accolta con il totale consenso dell'Assemblea Legislativa considerata l'importanza in termini di aumento del tasso di vite umane salvate; persone recuperate all'80% delle loro funzioni, che è la cosa più importante e con la conseguenziale riduzione dei costi per la sanità marchigiana.



Elena Leonardi

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-11-2015 alle 15:34 sul giornale del 28 novembre 2015 - 938 letture