counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > ATTUALITA'
comunicato stampa

Civitanova: le Case di Riposo delle Marche sollecitano il presidente Ceriscioli 'a dare risposte'

2' di lettura
595

Assistenza, anziani

Martedì 27 ottobre presso la Casa di riposo “Paolo Ricci” di Civitanova Marche si sono riuniti in assemblea i Presidenti ed i Direttori delle Strutture di assistenza per anziani associate nel COMITATO REGIONARE MARCHE. Sono oltre cinquanta le Case aderenti, tra associati (Strutture pubbliche e Fondazioni private) e strutture collegate che rappresentano un servizio globale in Regione per oltre 2500 anziani ospiti.

Il clima dell’incontro è stato molto appassionato quanto preoccupato per i problemi che vivono le strutture oggi; per questo c’è stata molta determinazione nel voler far sentire la propria voce nei confronti del Presidente della Regione nonché Assessore alla Sanità prof. Ceriscioli.

Le strutture già da luglio avevano richiesto un incontro col Presidente ma solo due giorni fa ci è stato comunicato che l’appuntamento sarà il 2 dicembre prossimo!
Cinque mesi di attesa! “Orchestra nuova, musica vecchia?” E’ quanto ci stiamo chiedendo.

Quali i problemi? Le Marche hanno le rette per le Residenze protette più basse d’Italia; il 40% dei posti di RP autorizzati non son convenzionati e quindi non finanziati, l’assistenza integrativa domiciliare (ADI) che riconosce la Regione per alcune Case è zero euro, mentre per altre oltre 20 euro. L’analisi del fabbisogno dei posti necessari non risponde alle esigenze dei territori. Le famiglie non sono più in grado di sopportare aumenti di rette.

Molte case con storie centenarie oggi per l’aumento dei costi sono in difficoltà tali da pensare alla chiusura, mentre si autorizzano nuove strutture… private!
La burocrazia tra Distretto, Area vasta, Comune, Ambito, ASUR regionale e Assessorato alla Sanità è un ginepraio tale da soffocare e rendere la vita impossibile alle strutture.
Tutto ciò in un contesto regionale con sempre più anziani non autosufficienti in cui le RSA ospedaliere non reggono e li scaricano sulle Case di riposo, SENZA CORRISPONDERE A QUESTE IL GIUSTO TRATTAMENTO ECONOMICO!

L’ASSEMBLEA ALL’UNANIMITA’ HA APPROVATO QUESTO DOCUMENTO E CONFIDA CHE FINALMENTE IL PROF. CERISCIOLI CI DIA DELLE RISPOSTE” POLITICHE”, TALI CHE SIANO “IMPEGNI” E “PROGRAMMI DEFINITI NEL TEMPO” E NON PROMESSE COME ALCUNI DIRIGENTI REGIONALI HANNO FATTO NEGLI ULTIMI DUE ANNI!

Le strutture sono al limite della sopravvivenza, ma sperano nelle risposte positive del Presidente della Regione.
L’assemblea si riserva, in base alle risposte che si avranno, di prendere altre iniziative perché il problema anziani nelle case di riposo trovi finalmente un riscontro nella Politica.



Assistenza, anziani

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-10-2015 alle 18:43 sul giornale del 31 ottobre 2015 - 595 letture