counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > ATTUALITA'
comunicato stampa

Macerata: seconda edizione del premio “L’umanesimo che innova” per gli studenti delle scuole superiori

1' di lettura
559

internet

Nell’ambito del Laboratorio umanistico per la creatività e l’innovazione, l’Università di Macerata ha bandito la seconda edizione del premio “L’umanesimo che innova” rivolto agli studenti delle superiori e volto a stimolare nei giovani la propensione al pensiero interdisciplinare, creativo e innovativo, riscoprendo i valori degli studi umanistici e integrandoli con le conoscenze digitali e tecnologiche.

Possono partecipare gli studenti degli Istituti di scuola secondaria superiore, degli Istituti Tecnici Superiori (Its) e dei corsi di istruzione e formazione tecnica superiore (Ifts) che abbiano sede nelle Marche oppure in altre regioni, purché abbiano collaborato o siano convenzionati con l’Ateneo maceratese.

Il tema scelto quest’anno è quello centrale di Expo 2015, “Nutrire il pianeta, energia per la vita”. I candidati dovranno, infatti, proporre applicazioni mobile, giochi virtuali o altri strumenti di apprendimento digitali riguardanti la presentazione e la promozione di prodotti alimentari tipici dei nostri territori, allo scopo di farli conoscere e valorizzarli in chiave culturale e commerciale, mostrando il rapporto tra “locale” e “globale”, con particolare riferimento all’educazione alimentare delle giovani generazioni, a partire dai sei anni.

In palio ci sono borse-premio per le prime quattro scuole vincitrici, che le destineranno a favore dei ragazzi partecipanti: duemila euro per il primo gruppo classificato, mille per il secondo, cinquecento per il terzo e per il quarto. E’ possibile iscriversi al concorso e consultare il bando completo sul sito premioumanesimocheinnova.unimc.it. I progetti completi devono essere inviati entro il 18 marzo 2016.

Per ulteriori informazioni e chiarimenti: tel. 0733/258.2480–2657, email ricerca.ilo@unimc.it.



internet

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-10-2015 alle 17:29 sul giornale del 30 ottobre 2015 - 559 letture