counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > CRONACA
articolo

Delitto Sarchiè. Processo per Santo Seminara, indagato per favoreggiamento, riciclaggio e ricettazione

1' di lettura
715

Si apre martedì 27 ottobre, il processo a Santo Seminara, uno dei quattro indagati per l’omicidio di Pietro Sarchiè, il commerciante di pesce assassinato barbaramente lo scorso anno nella campagne tra San Severino Marche e Castelraimondo.

Seminara comparirà davanti al Tribunale di Macerata per i reati di favoreggiamento, riciclaggio e ricettazione. Il 41 enne sarà giudicato con rito ordinario.

Seminara viene accusato di aver aiutato i due Farina a nascondere il furgone di Sarchiè sin dal 18 giugno, giorno dell’agguato e assassinio, nel capannone della società di cui era amministratore, lasciando che i Farina lo utilizzassero per smontare e bruciare alcune parti del mezzo in assoluta tranquillità.

Per i familiari di Pietro, Seminara è un complice a tutti gli effetti ed è responsabile al pari dei Farina e di Domenico Torrisi. Seminara ha al suo attivo numerosi precedenti penali che i familiari di Pietro hanno portato più volte all’attenzione dell’opinione pubblica.



Questo è un articolo pubblicato il 26-10-2015 alle 18:06 sul giornale del 27 ottobre 2015 - 715 letture