counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > CRONACA
articolo

Senzatetto invidioso brucia la baracca di una connazionale a Tavernelle, fumo visibile dall'Asse Nord-Sud

1' di lettura
1133

Paura sotto sotto all’Asse Nord-Sud in prossimità del cimitero di Tavernelle. In quel luogo una 35enne romena vive ormai da un anno assieme al fratello all’interno di un accampamento costruito con pezzi di mobili e oggetti vari recuperati per strada. I due vivono chiedendo le elemosina davanti al cancello del cimitero.

Nella serata di venerdì, la 35enne aveva avuto un diverbio con un certo “P.”, suo connazionale che, in evidente stato di ubriachezza, aveva tentato di occupare l’accampamento per trascorrervi la notte. “Rincasando” dalla mendicanza quotidiana sabato pomeriggio, verso le 15.30, la senzatetto ha intravisto “P.” uscire dall’interno della baracca dalla quale intanto si alzava una colonna di fumo nero. La donna era a bordo di un autobus quando ha visto il connazionale fuggire verso il cimitero con in mano una sigaretta e una bottiglia di vino.

A quel punto lei stessa ha chiamato il 112 per chiedere aiuto, mentre alcuni passanti spaventati dal fumo hanno avvisato i vigili del fuoco dell’incendio sotto il cavalcavia. A giungere sul posto due equipaggi del Nucleo Radiomobile dei Carabinieri di Ancona e il personale dei vigili del fuoco con due autobotti. Mentre questi ultimi si adoperavano per spegnere l’incendio e mettere in sicurezza la zona, i Carabinieri hanno provveduto a fermare “P.”, che stava tentando di dileguarsi a piedi. Attraverso le dichiarazioni della cittadina romena è stato possibile accompagnare il piromane presso gli uffici del Norm per denunciarlo per danneggiamento da incendio.





Questo è un articolo pubblicato il 24-10-2015 alle 20:40 sul giornale del 26 ottobre 2015 - 1133 letture