counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > ATTUALITA'
comunicato stampa

Banca Marche stringe accordo con Confservizi Cispel: accesso al credito facilitato

1' di lettura
603

Banca Marche

Banca Marche e Confservizi Cispel Marche hanno sottoscritto un accordo per la creazione di un canale preferenziale di accesso al credito.

L’intesa prevede che le società aderenti alla Confservizi Cispel Marche, l’associazione regionale che raggruppa società che gestiscono servizi pubblici locali (acqua, gas, energia, farmacie comunali, raccolta rifiuti, trasporti), ottengano un percorso privilegiato per la valutazione delle esigenze finanziarie relative ai programmi di investimento. Banca Marche si impegna a garantire un’assistenza dedicata per l’accesso al credito, mentre Confservizi Cispel Marche supporterà l’iniziativa tramite apposite analisi di mercato affiancando la banca nella fase di istruttoria del finanziamento, in particolare modo nel caso di prestiti sindacati.

Le società aderenti a Confservizi Cispel Marche che riceveranno i finanziamenti si impegnano a canalizzare in Banca Marche i flussi di cassa derivanti dalle attività economiche svolte. ”Abbiamo ritenuto di manifestare per primi una convinta adesione all’accordo con Confservizi Cispel Marche” spiega Luciano Goffi, direttore generale di Banca Marche.

“Le società che operano nei servizi pubblici locali hanno necessità di ottimizzare le fonti di finanziamento per programmare gli investimenti previsti nei prossimi anni. Banca Marche intende così confermarsi quale uno dei principali partner di queste importanti realtà del territorio”.

“L’accordo raggiunto con Banca Marche - afferma con soddisfazione Graziano Mariani, Presidente di Confservizi Cispel Marche - è di grande importanza per tutte le aziende del settore dei servizi pubblici locali, agevola l’accesso al credito indispensabile in questa fase per consentire alle nostre aziende di consolidarsi e di realizzare gli importanti programmi di sviluppo”.



Banca Marche

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-10-2015 alle 22:04 sul giornale del 24 ottobre 2015 - 603 letture