counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > ATTUALITA'
comunicato stampa

Ance Marche: Perlini nuovo presidente

2' di lettura
728

Gli imprenditori edili di ANCE Marche hanno un nuovo Presidente, il geom. Costanzo Perlini.

Il direttivo dell’Organizzazione dei costruttori aderente a Confindustria, in rappresentanza delle 5 province marchigiane, riunitosi nei giorni scorsi, ha provveduto infatti al rinnovo delle cariche sociali eleggendo all’unanimità, oltre al nuovo Presidente, l’ing. Giampaolo Telarucci (Tesoriere). Il geom. Perlini sostituisce per scadenza del mandato il geom. Massimo Ubaldi, che è stato alla guida dei costruttori delle Marche per oltre 6 anni affrontando il periodo di crisi più grave che il comparto produttivo primario dell’edilizia abbia vissuto dal secondo dopoguerra ad oggi.

In questa lunga crisi, difficile e complessa per le imprese edili regionali, le azioni e le iniziative di ANCE Marche hanno riguardato una serie di tematiche strategiche per il settore, quali fra l’altro: “Piano Casa” e sua proroga; legge regionale sulla riqualificazione urbana sostenibile; regionalizzazione del Patto di Stabilità per sbloccare i pagamenti alle imprese nei lavori pubblici; Testo Unico in materia di Commercio; legge regionale sulla semplificazione edilizia; richiesta di finanziamento per interventi e lavori da realizzare con i fondi comunitari 2014-2020 su housing sociale, dissesto idrogeologico, edilizia scolastica.

Dopo un sentito ringraziamento e apprezzamento al past-President Ubaldi per la preziosa attività svolta, il geom. Perlini ha indicato al direttivo il metodo di lavoro che intende seguire, nonché le linee guida della futura attività associativa che sarà basata sulla massima collaborazione ed il coordinamento di tutte le componenti territoriali di ANCE Marche. Quindi sono state individuate alcune priorità da affrontare nei prossimi mesi, come il riavvio delle linee di credito alle imprese di costruzioni, la cronica questione dei ritardati pagamenti dei lavori da parte degli Enti pubblici, la semplificazione degli iter burocratici, lo sblocco delle opere immediatamente cantierabili, una moderna legge regionale sul “Governo del territorio” il più possibile snella e che funzioni.

Verrà altresì proseguito il dialogo costante finora tenuto con la Regione Marche, dialogo improntato alla massima collaborazione sui contenuti delle diverse normative riguardanti il settore edile. Il metodo che verrà seguito per agire concretamente – rappresentando al meglio le necessità e le aspettative delle imprese di costruzioni delle Marche – sarà quello dell’approfondimento, con taglio operativo, dei temi strategici da affrontare, operando in sinergia fra le diverse componenti territoriali di ANCE Marche.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-10-2015 alle 16:24 sul giornale del 19 ottobre 2015 - 728 letture