counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > CRONACA
articolo

Operazione antidroga da San Benedetto a Civitanova: 2 chili di eroina sequestrati e 2 arresti

2' di lettura
933

arresto

Operazione antidroga tra San Benedetto e Civitanova Marche. Martedì mattina, al termine di una complessa attività d’indagine, la Polizia ha tratto in arresto due campani residenti a San Benedetto e sequestrato due chili di eroina.

All’alba di martedì infatti una Volkswagen Golf ed un’Opel Astra, condotte da C.V. di 28 anni e S.G. di 22 anni, dopo essersi incontrati nella cittadina rivierasca, si sono dirette verso Civitanova Marche.

Le due auto, già pedinate dalla Squadra Mobile di Ascoli Piceno impegnata in un’operazione antidroga, viaggiavano a breve distanza l’una dall’altra. Gli agenti, insospettiti dal comportamento delle due auto lungo il viaggio (la prima con il chiaro intento di fare da staffetta alla seconda al fine di intercettare le eventuali auto della polizia presenti sul territorio), hanno quindi deciso di seguirle fino a Civitanova.

Giunti al casello autostradale, dove nel frattempo si erano prontamente appostati gli agenti di Macerata allertati dai colleghi, gli agenti della Squadra Mobile di Ascoli hanno bloccato una delle due auto che aveva cercato di invertire il senso di marcia per darsi alla fuga.

All’interno i poliziotti hanno rinvenuto, occultati sotto il sedile passeggero, due involucri contenenti 2,1 chili di eroina purissima mentre nell’altra auto, bloccata e controllata poco dopo, hanno rinvenuto due mazzette di banconote, coperte con il cellophane, contenenti complessivamente 11.360 euro.

Pertanto il personale della Squadra Mobile di Ascoli, unitamente ai colleghi di Macerata, ha perquisito un casolare che si trova a Castorano (AP), risultato nella disponibilità di entrambi, un appartamento di Porto d’Ascoli ed uno di San Benedetto.

Al termine delle perquisizioni, nel corso delle quali sono stati rinvenuti altri 400 grammi di eroina, il materiale per il confezionamento delle dosi, sostanze da taglio ed un'altra mazzetta di banconote, sempre avvolte nel cellophane, per un importo di 14.950 euro, i due fermati sono stati tratti in arresto con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti ed accompagnati nel carcere di Camerino.

La droga, che se fosse arrivato sul mercato avrebbe fruttato 300.000 euro circa, il materiale ed i soldi rinvenuti, così come le due auto utilizzate per il viaggio, sono stati sequestrati.



arresto

Questo è un articolo pubblicato il 14-10-2015 alle 18:37 sul giornale del 15 ottobre 2015 - 933 letture