counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > POLITICA
comunicato stampa

2,3 milioni di euro per i corsi di formazione continua per lavoratori

1' di lettura
699

soldi

Su proposta dell’assessore al Lavoro, Loretta Bravi, la giunta regionale ha dato il via per la realizzazione di interventi di formazione continua per lavoratori attraverso uno stanziamento di risorse finanziarie pari a circa 2milioni e 300mila euro.

“La Regione Marche – ha sottolineato la Bravi – attraverso questo provvedimento intende sostenere la competitività dell’impresa mediante il finanziamento di attività di formazione per lo sviluppo e l’aggiornamento professionale del personale. Le iniziative devono essere finalizzate alla riqualificazione, al perfezionamento ed alla specializzazione delle competenze dei lavoratori al fine di rafforzare la capacità delle imprese di sostenere la propria presenza sul mercato e migliorando le proprie capacità produttive e d’innovazione”.

Destinatari delle iniziative formative sono i lavoratori subordinati con contratto a termine o a tempo indeterminato, a progetto o di collaborazione coordinata e continuativa, in mobilità o in CIG/CIGS, titolari e soci delle imprese iscritti a libro paga.

“Saranno predisposti - ha proseguito la Bravi - due avvisi pubblici con due distinte graduatorie in base alle linee d’intervento. Il primo riguarderà piani di formazione continua connessi ad accordi contrattuali che prevedono quote di riduzione dell’orario di lavoro. Ogni singolo progetto formativo dovrà essere realizzato entro 12 mesi dalla comunicazione di avvio delle attività formative e avere durata massima di 120 ore. Il secondo avviso pubblico, invece, stabilirà criteri e modalità per l’assegnazione di voucher formativi individuali collegati a piani formativi aziendali e gli interventi potranno avere una durata massima di 80 ore prevedendo la frequenza ai corsi in orario di lavoro”.

Per info è possibile contattare il servizio Formazione e Lavoro della Regione Marche.



soldi

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-09-2015 alle 16:03 sul giornale del 29 settembre 2015 - 699 letture