counter

Sociale: Ceriscioli incontra sindaci, Unioni dei Comuni e coordinatori d’ambito

Soldi 2' di lettura 21/09/2015 - Recuperare i fondi per tamponare l'emergenza e poi un patto di mandato per il sociale a partire dal 2016. E' l'impegno della Regione Marche assunto lunedì dal presidente Luca Ceriscioli, che ha incontrato a Palazzo Raffaello i coordinatori d'Ambito, i sindaci e le Unioni dei Comuni per fare il punto sul fondo per il sociale.

"Sono già stati recuperati 15 milioni - ha spiegato Ceriscioli - tra socio sanitario e maggiori fondi statali. Nell'assestamento saranno previsti 14 milioni, 7 per il 2015 e 7 per il 2016. Stiamo lavorando, inoltre, con maggiore determinazione sui fondi europei".

Ma a partire dal 2016 occorrerà uscire dalla logica dell'emergenza cambiando prospettiva: "Il tema è quello di una grande revisione di bilancio, resa necessaria dal fatto che quest'anno operiamo su un totale di 170 milioni, contro i 400 dello scorso anno. Occorrerà - ha detto il presidente - ridisegnare il bilancio fissando la cifra realmente possibile, per mantenerla per tutto il corso del mandato". Agendo, dunque, con una "logica di responsabilità e programmazione rispetto alla realtà che abbiamo di fronte".

E la logica della valorizzazione del sociosanitario trova una immediata applicazione in una serie di provvedimenti preannunciati dal direttore del servizio Sanità della Regione Marche Piero Ciccarelli, presente all'incontro insieme con i dirigenti dei Serizi sociali.

"La priorità - ha detto Ciccarelli - è mettere in campo nel giro di qualche settimana i finanziamenti aggiuntivi per 400 posti di residenza protetta, riducendo il gap tra gli attuali utilizzati e quelli contrattualizzati, con un preciso calendario per il soddisfacimento totale dell'obiettivo tra la fine del 2016 e l'inizio del 2017. Nella stessa ottica - ha aggiunto il direttore - sarà strategico far partire le unità operative sociali e sanitarie, dove si realizza concretamente l'integrazione tra responsabile di distretto e responsabile di ambito".

"Partendo da una dimensione di rincorsa - ha concluso Ceriscioli - cerchiamo di dare stabilità per programmare risorse, progetti e percorsi. So quanto gli ambiti siano stati importanti in questi anni in termini di crescita e servizi e spero che anche in questo momento siano determinanti nella risposta ai bisogni".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-09-2015 alle 22:01 sul giornale del 22 settembre 2015 - 708 letture

In questo articolo si parla di regione marche, politica

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/aonc





logoEV
logoEV