counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > CRONACA
articolo

Ancona: spesa in un ipermercato della Baraccola senza pagare la merce, arrestate due rumene

2' di lettura
970

Fanno spesa all'ingrosso in un ipermercato della Baraccola ma pagano solo 26 euro. Le due donne che hanno realizzato un simile affare non hanno sfruttato sconti particolarmente convenienti. Si è trattato invece di due ladre, una 24enne e una 42enne originarie dell Romania già note alla polizia per reati contro il patrimonio.

Venerdì, verso le 16.00, sono entrate nell'esercizio commerciale con un carrello della spesa e con le solite vistosissime borse di tela a tracolla. Hanno visitato tutti i reparti, selezionando meticolosamente la merce da depositare nel carrello e quella da nascondere invece nelle sacche. Sono riuscite così a far sparire prodotti alimentari, di cosmesi e per l'igiene personale, estraendoli dagli imballi, che hanno poi riposto con cura negli scaffali. furto aggravato in concorso Il loro comportamento non è però sfuggito all’occhio delle telecamere.

Così ad attenderle alla cassa hanno trovato il personale addetto alla vigilanza e una pattuglia delle Volanti. Le due, fingendo che non fosse accaduto nulla hanno provato a pagare solo la merce depositata nel carrello per una spesa di 26 euro, mentre trasportavano a fatica le due borse ormai rigonfie di mercanzia rubata. Una volta bloccate sono state identificate e dentro alle sacche i poliziotti hanno rinvenuto numerose confezioni di formaggio di varie marche, una decina di pacchetti di gomme da masticare di gusti e formati diversi, quattro confezioni di pollo, due di costine e diverse bistecche di maiale, oltre a numerosi prodotti di salumeria, affettati vari, prodotti di pasticceria e forno e infine sei bottiglie di shampoo, varie creme per il corpo e due kit per effettuare tinte per capelli.

Le due rumene sono state tratte in arresto per furto aggravato in concorso, mentre la merce è stata già restituita al supermercato.



Questo è un articolo pubblicato il 12-09-2015 alle 11:47 sul giornale del 14 settembre 2015 - 970 letture