Ancona: Spacciava funghi allucinogeni in tutta la città, arrestato studente universitario

2' di lettura 05/09/2015 - Uno studente universitario con una grande passione per un particolare tipo di botanica è finito nei guai la sera di venerdì. Da settimane la polizia aveva puntato gli occhi su di lui, certi che il giovane A.R. avesse a che fare con un traffico di alcuni pericolosissimi tipi d droga mai circolati prima nel capoluogo marchigiano.

Il ragazzo era infatti già stato arrestato poco tempo fa sempre per reati concernenti gli stupefacenti. I poliziotti della sezione Narcotici hanno aspettato che A.R. uscisse di casa subito dopo l’acquazone, convinti che ne avrebbe approfittato per svolgere la sua illecita attività. Appena chiusosi il portone di casa alle spalle si è trovato davanti gli agenti che volevano controllarlo e avendo la droga negli slip si è subito dato alla fuga. Tentativo vano. Non ci è voluto molto a bloccarlo per procedere con la perquisizione personale e dell’abitazione.

Oltre alle comuni sostanze stupefacenti e psicotrope e alla somma di seicentocinquanta euro in banconote da venti e da cinquanta i poliziotti della Mobile hanno rinvenuto in casa sua una coltivazione di una particolare specie di fungo allucinogeno di provenienza olandese che solo di recente sembra aver preso campo sulla piazza anconetana. Si tratta del “Psilocybe cubensis”, anche noto in Messico con il nome di “San Isidro”, un fungo velenoso che possiede spiccate proprietà psichedeliche. Va ingerito soltanto a stomaco vuoto, altrimenti può essere mortale. Causa distorsione della percezione della realtà e del tempo, amplificazione dei sensi, sinestesie.

Lo studente-spacciatore ne importava dall’estero le spore, contenute in apposite vaschette di terra e a casa le coltivava facendole fiorire fino a diventare funghi. La lavorazione, preparazione e confezionamento della droga avveniva all’interno della sua camera da letto, rigorosamente chiusa a chiave e lontana dagli occhi dei familiari. Una volta pronti e debitamente trattati i funghi allucinogeni venivano spacciati ai clienti dentro a contenitori usati per i regali degli ovetti di cioccolato. Le zone dove avveniva lo spaccio erano principalmente il centro, piazza U Bassi, Passetto, piazza Pertini e Posatora. A.R. è stato posto agli arresti domiciliari in attesa di giudizio per il reato di detenzione ai fini di spaccio di 83,91 g di funghi allucinogeni di tipo “Psilocybe Cubensis”, 42,89 g di marijuana, 8,14 g di hashish e 0,77g di anfetamina, a cui si aggiunge anche il reato di resistenza a pubblico ufficiale.


di Enrico Fede
redazione@vivereancona.it

 







Questo è un articolo pubblicato il 05-09-2015 alle 12:17 sul giornale del 07 settembre 2015 - 1225 letture

In questo articolo si parla di cronaca, arresto, spaccio di sostanze stupefacenti, squadra mobile di ancona, articolo, Enrico Fede

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/anOR





logoEV