Jesi: lanciano pietre contro auto in marcia, denunciati due minori stranieri

Le pietre lanciate contro le auto 2' di lettura 29/07/2015 - Dopo la segnalazione di viale Trieste che ha permesso l'arresto del 22enne fabrianese appena due giorni fa bloccato mentre rubava da un'auto in sosta, è ancora una volta la collaborazione dei cittadini a permettere alle forze dell'ordine di intervenire tempestivamente per bloccare i colpevoli.

Stavolta è successo in zona Parco del Ventaglio, dove poco dopo le 20 di martedì 28 luglio, quando alcuni automobilisti si sono resi conto che "piovevano" sassi, lanciati da qualcuno ben nascosto che stavano bloccando il traffico e danneggiando le auto.

I carabinieri di Jesi, giunti sul posto immediatamente, sono riusciti a individuare il luogo del lancio dei sassi: un muro di contenimento alto alcuni metri posto in via Ragazzi del 99. Proprio da lì infatti, alla vista dei carabinieri, sono scappati tre ragazzini.

E' iniziato l'inseguimento, piuttosto breve, fino alla Fornace, dove due dei fuggitivi sono stati bloccati e identificati, mentre il terzo riusciva a scappare. Sono due giovani di origini straniere di 15 e 17 anni. Il più grande aveva con se anche 8 grammi di hashish e uno di marijuana nascosti nello zainetto assieme a un bilancino di precisione.

I ragazzi erano pronti a lanciare altre pietre su via XX Luglio, sul luogo vi erano infatti ancora molte pietre e una bottiglia che i giovani avevano preparato per proseguire il "gioco" del lancio alle auto, interrotto dall'arrivo dei carabinieri.

Prima dell'arrivo dei carabinieri sono state tre le auto colpite, tra l'altro in marcia, senza che i conducenti perdessero il controllo e finisse ancora peggio: una Volkswagen Touareg, una Polo e una Renault Clio. E' stata solo sfiorata dalle pietre una ragazzina in scooter.

Mentre si cerca il terzo giovane, gli altri due sono stati portati in caserma, dove sono stati raggiunti dai loro genitori, e su disposizione dell’Autorità Giudiziaria dei Minori di Ancona sono stati denunciati a piede libero per danneggiamento aggravato, e uno dei due anche per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.


di Cristina Carnevali
redazione@viverejesi.it





Questo è un articolo pubblicato il 29-07-2015 alle 09:42 sul giornale del 30 luglio 2015 - 1026 letture

In questo articolo si parla di cronaca, jesi, stranieri, auto, minorenni, cristina carnevali, lancio, articolo, pietre

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/amAy





logoEV