counter

Italia Nostra: 'A rischio anche la polizia provinciale'

Italia Nostra 1' di lettura 29/07/2015 - Non solo il Corpo Forestale dello Stato è sulla via del trasferimento/smembramento in altri Corpi dello Stato ma anche la Polizia Provinciale forte di 87 unità nella nostra regione.

Tra le varie ipotesi quello del loro scioglimento e della mobilità dei singoli presso le varie Polizie Municipali, in ordine sparso.
In tale ipotesi sarebbero messe a rischio le funzioni di vigilanza ittico-venatoria ed ambientale svolta dagli 87 poliziotti provinciali, la cui scomparsa determinerà il collasso dei controlli in materia di caccia, pesca, ciclo dei rifiuti, uso del suolo e delle acque pubbliche, gestione faunistica, polizia fluviale e lacustre.

La richiesta avanzata al Governo dall’allora presidente della provincia di Fermo Fabrizio Cesetti, oggi assessore al Personale e Bilancio della Regione Marche, è quella di “preservare la continuità delle funzioni eventualmente anche in altre Polizie o enti diversi dalle Provincie stesse (Regioni)”.

Italia Nostra Marche condivide sia le preoccupazioni che le soluzioni proposte, in particolare il passaggio delle Polizie provinciali alla Regione, in modo da preservare continuità ed unitarietà delle importanti funzioni svolte.

All’on. Cesetti, oggi assessore regionale al Personale potrà forse essere più facile oggi cercare di incidere positivamente sulle scelte che sta effettuando il Governo, a scapito di funzioni di interesse pubblico in applicazione dell’art. 9 della Costituzione che afferma che “La Repubblica Italiana tutela il paesaggio, il patrimonio storico ed artistico della Nazione”






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-07-2015 alle 16:04 sul giornale del 30 luglio 2015 - 969 letture

In questo articolo si parla di attualità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/amBK





logoEV
logoEV