counter

Costi della politica. Il Gruppo PD in Regione taglia le spese per il proprio funzionamento

Gianluca Busilacchi 1' di lettura 29/07/2015 - La nuova legislatura si è aperta all’insegna della sobrietà e della trasparenza. Il Gruppo PD, in piena sintonia con la sensibilità diffusa circa il taglio dei costi della politica, ha deciso di ridurre drasticamente le spese per il proprio funzionamento.

Valorizzazione del merito e riduzione della spesa sono, quindi, i criteri che, su proposta del Presidente Gianluca Busilacchi, saranno applicati al personale del Gruppo consiliare del Partito Democratico della Regione Marche.

Una scelta di rigore e sobrietà, contro ingiusti egualitarismi, per risparmiare risorse e per far sì che le indennità delle persone al servizio del gruppo siano realmente commisurate a sforzo, impegno, competenze e valore aggiunto dalle stesse messi in atto.

“Se vogliamo dare il buon esempio e riavvicinare i cittadini alla politica – spiega il capogruppo Busilacchi –, dobbiamo essere rigorosi, a partire da noi stessi. Questo, quindi, vale non solamente per il rapporto tra impegno, produttività e remunerazione dei consiglieri regionali, i cui compensi sono già tra i più bassi d’Italia, tra i pochi commisurati alle reali presenze negli uffici; ma lo stesso criterio dobbiamo estenderlo a coloro che lavorano per un gruppo politico. Personale qualificato, ridotto nel numero rispetto alla precedente legislatura, impegnato in un’attività di grande collaborazione e di massima organizzazione. In sostanza, meno costi senza rinunciare a efficienza ed efficacia.”

Anche questa è una risposta chiara ed inequivocabile che il PD intende dare alle istanze dei cittadini che chiedono istituzioni capaci e meno costose.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-07-2015 alle 20:30 sul giornale del 30 luglio 2015 - 1042 letture

In questo articolo si parla di politica, gianluca busilacchi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/amC8





logoEV
logoEV