Maiolati: discarica Cornacchia, il sindaco Domizioli 'Basta alle strumentalizzazioni'

Umberto Domizioli, sindaco di Maiolati Spontini 2' di lettura 28/07/2015 - “Risponderà in sede civile e penale chi metterà in atto ulteriori azioni calunniose o diffamatorie relative alla presenza della discarica a Moie. La misura è ormai colma”. Il sindaco Umberto Domizioli ha deciso di dire basta a una “campagna diffamatoria e calunniosa del tutto inaccettabile”.



Sì, perché “la discarica di Moie non è mai stata un problema, ma un vanto del nostro Comune. La dialettica, il confronto, il dibattito e la critica, anche aspra, ma rispettosa della verità e delle persone, sono stati sempre accettati e favoriti dalla nostra Amministrazione. Ma le strumentalizzazioni non possono andare avanti all’infinito”.

Il sindaco Domizioli spiega come “quello che non possiamo tollerare sono le voci allarmistiche infondate e la disinformazione che si fonda su una falsificazione della realtà oggettiva e sulla denigrazione pubblica di chiunque cerchi di spiegare la vera dimensione della discarica e del relativo progetto di ampliamento.

Le numerose ed imparziali attestazioni scientifiche ed i continui e ripetuti controlli, analisi, verifiche ed esami non hanno mai rilevato – sottolinea – alcun problema, ma si continua a sostenere, senza alcun fondamento, che la discarica costituirebbe un pericolo per la nostra comunità. Sono dati certi ed accessibili a tutti, e non le chiacchere, a certificare da sempre che la discarica non ha mai comportato alcun effetto negativo sull’ambiente e sulla salute dei cittadini.

Purtroppo delle persone irresponsabili ed in mala fede stanno proponendo una falsa immagine negativa del nostro territorio e di chi lo amministra.
La gente, ascoltando le loro assurdità, potrebbe pensare che il nostro Comune, invece che una località ridente e salubre, sia una specie di Terra dei fuochi.

Nascondendosi dietro la maschera di difensori dell’ambiente e della salute, in realtà pubblicizzano per i loro interessi personali informazioni allarmistiche prive di alcun fondamento e sostegno scientifico, creando enormi danni alla nostra collettività, all’immagine dell’Amministrazione, al valore di tutte le attività svolte sul nostro territorio, al patrimonio immobiliare ed alle prospettive occupazionali e di investimenti”.

Danni che un’Amministrazione comunale “attenta ai problemi di tutti i cittadini non esiterà a richiedere ad ogni singolo responsabile, a tutela del proprio operato e nel rispetto dei tanti professionisti e funzionari che con competenza ed onestà hanno svolto e svolgono ogni giorno il loro lavoro.

Nel confermare, pertanto, la nostra completa disponibilità ad un confronto legittimo ed al dialogo senza strumentalizzazioni, avvisiamo tutti coloro che pensano di poter continuare ancora impunemente ad infangare la nostra Comunità che il limite è stato raggiunto e abbondantemente superato ed ogni ulteriore azione calunniosa o diffamatoria avrà una risposta immediata in ogni sede in sede civile e penale”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-07-2015 alle 19:14 sul giornale del 29 luglio 2015 - 1265 letture

In questo articolo si parla di attualità, comune di maiolati spontini, Maiolati Spontini, pd, umberto domizioli, Candidato Sindaco, strumentalizzazione, discarica cornacchia


Sindaco Domizioli le rispondo in quanto il suo Segretario di Partito un certo Perticaroli mi dicono ha "appeso" il mio nome in tutti i manifesti di Moie. Citando commenti non miei e citazioni snaturate non riferibili alla mia persona. Dovrei minacciare querele? Chiamare il Perticaroli e chiedere chiarimenti? No. Vi lascio fare, andate avanti così. Le uniche spiegazioni le devo alla gente comune fuori da tutti gli interessi e fuori da tutti i giochi politici locali. Avere il mio nome sui manifesti è un lusso che da vivo poche persone hanno, come mi ha detto un mio amico. La campagna diffamatoria la state facendo voi e il suo partito. Ma non vi querelo state tranquilli non ho ne tempo ne soldi da buttare. Lei non ha presenziato ad alcun dibattito pubblico ad eccezione di quello organizzato dal suo comune. Si metta l'anima in pace riguardo a me non ho ne interessi personali ne intenzioni strumentali sulla vicenda. I dati che ho diffuso sono pubblici, la classificazione di criticità ambientale, impianto insalubre di prima classe, aumento di pressione ambientale ne tempo e via dicendo non l'ho fatta io ma gli uffici preposti. Tutto materiale pubblico e consultabile sul quale se vuole avere un confronto sono sempre pronto. Poi sulla distanza della discarica dalle aree residenziali di castelbellino e moie la può constatare affacciandosi dalle finestre a nord del suo municipio. Ha ragione su una sola cosa. Se la popolazione di Moie e Castelbellino una volta informata e resa cosciente dello stato dei fatti è unilateralmente schierata a favore dell'ampliamento della discarica comparto rifiuti speciali beh allora se questa condizione è verificata per me è sufficiente a relegare le mie costatazioni al solo mio comune di appartenenza. Con il rigetto da parte dell'unione dei comuni sulla mia richiesta di dibattito relativamente a questo tema ho capito a piano che siamo veramente in pochi nello scenario politico se non i soli ad essere critici nei confronti di questo tema. Sereni Saluti, Lorenzo Rossetti

Non potendo argomentare diversamente l'amministratore minaccia querele sapendo che per il povero cittadino sono comunque soldi spesi per la difesa mentre per il politico paga sempre pantalone. Che tristezza se ci sono dati si parti da questi per una serie di incontri, dibattiti e modifica dell'esistente se necessario. Ovviamente i dati devono provenire da Autorità terze autonome e non dipendenti dalla politica o dagli interessi economici diretti della discarica.




logoEV