Omicidio di Ismaele, ha confessato Igli Meta

Igli Meta e Marjo Mema 2' di lettura 23/07/2015 - La confessione era stata già annunciata dall'avvocato del giovane albanese Salvatore Asole, il quale specifica che Igli Meta si è assunto la piena responsabilità dell'omicidio ma ci ha tenuto a precisare che non aveva alcuna volontà di uccidere. La difesa quindi ora punta a chiedere un rito alternativo e ad escludere la premeditazione.

Il legale ha ammesso la presenza del nastro adesivo da pacchi e dei guanti, ma ha specificato che tutto era destinato allo scopo di spaventare la vittima probabilmente con una messinscena. Si sarebbe trattato quindi, secondo la tesi difensiva, di un delitto d'impeto, Igli avrebbe voluto solo spaventare Ismaele ed indurlo ad ammettere di aver avuto avuto una relazione con la sua fidanzata, relazione che secondo il ragazzo albanese c'era, per stessa ammissione della ragazza.

Meta avrebbe spiegato che è stato Ismaele stesso a farsi legare alla croce, avendolo convinto che era giusto che si sottoponesse a un suo "interrogatorio", quando poi Ismaele avrebbe negato ogni tipo di relazione con la giovane, sarebbe partito il fendente alla gola che l'ha ucciso.

In base a questa confessione si alleggerirebbe almeno parzialmente la posizione dell'altro accusato, il diciannovenne Marjo Mema, che stando alla tesi proposta dal suo difensore, l'avvocato Umberto Levi, non sarebbe stato neanche presente sul luogo del delitto, in quanto avrebbe lasciato i due amici e li avrebbe aspettati poco distante. Per gli investigatori rimane comunque da capire bene il ruolo che avrebbe avuto, sia nel momento in cui Ismaele ha accettato di farsi legare alla croce per subire l'interrogatorio di Igli, sia dopo quando è stato occultato il cadavere, trascinato per 8 metri e gettato in un dirupo.






Questo è un articolo pubblicato il 23-07-2015 alle 18:57 sul giornale del 24 luglio 2015 - 1627 letture

In questo articolo si parla di cronaca, sant'angelo in vado, articolo, antonio mancino, ismaele lulli, igli meta, marjo mema, omicidio ismaele lulli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ammA





logoEV