counter

Fano-Grosseto, Ceriscioli: "Progetto Centralia accantonato, servono altre soluzioni per la superstrada"

fano-grosseto 2' di lettura 23/07/2015 - "Per la Fano-Grosseto il contratto di disponibilità è una soluzione impraticabile": parole del presidente regionale Luca Ceriscioli durante l'incontro di giovedì 23 luglio a Urbino con gli amministratori locali.

Il "contratto di disponibilità", secondo il decreto legislativo 163 del 2006, è il contratto mediante il quale sono affidate, a rischio e a spesa dell'affidatario, la costruzione e la messa a disposizione a favore dell'amministrazione aggiudicatrice di un'opera di proprietà privata destinata all'esercizio di un pubblico servizio, a fronte di un corrispettivo.

“Possiamo continuare a illuderci e coltivare sogni come è stato fatto negli ultimi anni o dirci la verità su come stanno davvero le cose. Io preferisco sempre la seconda soluzione e quindi è giusto informarvi che il contratto di disponibilità, come evoluzione del project financing per aggiungere fondi per la realizzazione della Fano–Grosseto e su cui si basa l’impostazione della società Centralia, non è praticabile per costruire strade. Quindi,con tutta probabilità si metterà fine all’esperienza di Centralia, perché la tanto sbandierata soluzione per la Fano-Grosseto si è rivelata un errore".

Così il presidente Luca Ceriscioli che ha informato i 59 sindaci del territorio pesarese, durante la seconda tappa della campagna di ascolto della giunta regionale ad Urbino, chiedendo loro di dare un contributo sulle decisioni da prendere.

“Significa quindi ripartire a settembre – ha proseguito il Presidente – con molto più realismo, valutando insieme se procedere per lotti funzionali o puntare su tratti particolari che possano migliorare la viabilità pesante o rafforzare altre direttrici, come la Pedemontana. Purtroppo dispiace constatare che è stato solo un racconto a lungo raccontato, ma non vero – ha concluso Ceriscioli – mentre occorre confrontarsi sui dati reali ed è il metodo che intendiamo adottare insieme a un Governo nazionale che sta dimostrando l’intenzione di realizzare cose concrete e non progetti vuoti.”

Si ricorda che la società Centralia è una Società per Azioni tra l'Anas e le Regioni Marche, Toscana e Umbria, costituita a novembre del 2014.






Questo è un articolo pubblicato il 23-07-2015 alle 16:35 sul giornale del 24 luglio 2015 - 931 letture

In questo articolo si parla di politica, fano-grosseto, articolo, Giunta Regione Marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/amlJ





logoEV
logoEV