counter

Fano: si toglie la vita a 44 anni

ambulanza 1' di lettura 20/07/2015 - Fano al centro di un altro suicidio per motivi ancora da spiegare. Vittima, questa volta, un uomo di 44 anni che ha deciso di ricorrere all'estremo gesto in casa propria. A scoprire la tragedia, risalente alla scorsa settimana, un familiare.

E' accaduto nel pomeriggio di sabato 18 luglio. L'uomo, di professione grafico, figlio dell'ex insegnante Cascioli, non aveva più dato notizie di sé da qualche giorno e il fratello, in evidente stato di apprensione, ha tentato di mettersi in contatto con lui ma il telefono e il campanello di casa non davano alcun segnale di risposta.

Il personale medico e paramedico del 118, arrivato prima dei vigili del fuoco, è riuscito a entrare nell'appartamento di via Vittorio Veneto attraverso un terrazzino prima che i pompieri sfondassero l'ingresso principale: l'uomo era appeso a una sbarra saldamente attaccata alle pareti della camera da letto, il collo attorcigliato ad una robusta corda. Il decesso risale, molto probabilmente, a martedì scorso.

Ancora oscure le cause che hanno portato il 44enne, di professione grafico, all'estremo gesto. Nell'abitazione non sono stati trovati biglietti di addio e neanche il famigliare aveva il benché minimo presentimento di quanto accaduto.






Questo è un articolo pubblicato il 20-07-2015 alle 11:07 sul giornale del 21 luglio 2015 - 847 letture

In questo articolo si parla di cronaca, fano, ambulanza, articolo, Francesco Gambini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/amdo





logoEV
logoEV