counter

Sanità, Fai Bakunin e Ferrer 'Poltrone e sanità marchigiana'

FAI - Federazione Anarchica Italiana 2' di lettura 15/07/2015 - Si dovrebbe concludere nelle prossime settimane il riassetto post-elettorale della sanità marchigiana.

Qualcuno se ne andrà, specie se legato alla vecchia giunta. Altri resteranno. Altri ancora arriveranno freschi di nomina, specie se legati alla nuova giunta. Alcuni cambieranno poltrona, da quella dell'ASUR a quella dell'INRCA.

Il balletto delle nomine è cominciato già da giorni sui media locali, e non riesce a scuotere l'afa estiva, e politica, che investe la regione.

Nei fatti nulla viene detto dell'operato dei dirigenti che se ne andranno. Hanno lavorato bene? E se lo hanno fatto perché vengono sostituiti? Al contrario se hanno lavorato male a cosa verrà posto rimedio? Scelte politiche da ripensare? Indirizzi di equità sanitaria da rivedere? Purtroppo nulla di tutto ciò trapela nella voglia di poltronissima sanitaria. E il fatto che il nuovo presidente regionale abbia tenuto per se l'assessorato alla salute lascia intendere quanto questo sia centrale nel garantire equilibri economici, politici e relazionali. Intanto i servizi socio-sanitari della regione soffrono.

Tagli indiscriminati fanno sentire il loro peso sul sociale di cui viene praticamente azzerato il fondo. Soffrono utenti ed operatori della sanità pubblica che hanno visto una continua emorragia di posti letto, di posti di lavoro, di risorse. Poche le voci che si levano contro la destrutturazione della sanità marchigiana a denunciare che i tagli fatti, il risparmio e la riorganizzazione sanitaria hanno moltiplicato poltrone e ridotto servizi. Le Marche, una regione virtuosa grazie ai suoi operatori sanitari e ai suoi utenti, sta facendo da capofila nella cancellazione della sanità pubblica in questo paese.

Quando fra qualche anno si potranno vedere le cifre del peggioramento delle condizioni di salute dei marchigiani, grazie alle scelte scellerate fatte, forse sarà troppo tardi per cacciare via a pedate vecchi e nuovi occupanti di poltrone.

Oggi mandare a casa tutta questa classe politica al potere e all'opposizione distratta prima di essere una scelta politica è un'azione di salute pubblica.


da FAI – Federazione Anarchica Italiana
Gruppo “Michele Bakunin” – Jesi
Gruppo “Francisco Ferrer” – Chiaravalle





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-07-2015 alle 23:58 sul giornale del 16 luglio 2015 - 264 letture

In questo articolo si parla di sanità, attualità, regione marche, nomine, FAI - Federazione Anarchica Italiana

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/al1G