counter

Ancona: tenta di gettare cocaina dalla finestra. Pizzicato ed arrestato dalla Mobile anconetano

Cocaina, traffico di stupefacenti 2' di lettura 15/07/2015 - Inutile tentativo di gettare cocaina dalla finestra di casa. Pizzicato ed arrestato dalla Squadra Mobile 40enne anconetano.

E' stato arrestato martedì mattina dalla Squadra Mobile di Ancona D.S., un quarantenne originario del capoluogo, per detenzione di cinquanta grammi di droga ai fini di spaccio (25 g di cocaina e 25 g di hashish). L’uomo era sotto osservazione da diversi giorni da parte degli agenti della Sezione Antidroga della Mobile per le eccessive frequentazioni – nelle zone di Torrette e Collemarino in ore serali e notturne - di persone già note alle forze dell’ordine.

Alle 8.00 circa di ieri (martedì ndr) mattina i poliziotti della Mobile si sono messi ad aspettato fuori di casa e poi, alle 10.00 circa, l’uomo usciva furtivamente dal portone di casa dirigendosi verso la sua Ford parcheggiata lungo la strada. Qualcosa però lo aveva insospettito. Forse qualche faccia che non conosceva, forse il sesto senso, o forse la sua elevata diffidenza. Sta di fatto che l’uomo, appena incrociato uno dei poliziotti in borghese, scelto perché non conosciuto dallo spacciatore, ha cominciato a correre verso il portone di casa e chiudendo ogni accesso ai poliziotti.

Appena arrivato al terzo piano della sua abitazione, avendo capito che di li a poco la polizia avrebbe fatto irruzione nel suo appartamento, l’uomo si è affrettato a raccogliere tutta la droga che gli era rimasta dall’ultimo carico per buttarla dalla finestra. A recuperarla, però, era pronto un agente della narcotici che aveva anticipato la mossa dello spacciatore posizionandosi sotto la finestra e cogliendo D.S. proprio nell’atto di liberarsi del cospicuo quantitativo di stupefacente.

La perquisizione dell’appartamento, inoltre, confermava la fiorente attività di spaccio dell'anconetano. Rinvenuti, infatti, numerosi ritagli di nylon di forma circolare utilizzati per il confezionamento della droga e di tutto il materiale necessario per portare avanti l’illecita attività. D.S. sarebbe stato solito incontrare i suoi clienti in zona Torrette e Collemarino e lo avrebbe fatto da diverso tempo con un notevole giro di affari. Su disposizione del Sostituto Procuratore Della Repubblica, il Dott. Rosario Lioniello, lo spacciatore è stato messo agli arresti domiciliari presso la sua stessa abitazione in attesa del giudizio direttissimo di mercoledì mattina.


di Enrico Fede
redazione@vivereancona.it

 





Questo è un articolo pubblicato il 15-07-2015 alle 14:18 sul giornale del 16 luglio 2015 - 1020 letture

In questo articolo si parla di cronaca, cocaina, stupefacenti, articolo, Enrico Fede

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/alYw





logoEV
logoEV