Riciclaestate Marche: Legambiente e Conai insieme per tutelare le località turistiche

4' di lettura 03/07/2015 - Migliorare la qualità della raccolta differenziata, ma anche favorire la riduzione della produzione dei rifiuti incentivando il riuso. Due mesi di campagna di sensibilizzazione, da luglio a settembre, che coinvolgerà 17 comuni costieri delle marche (Pesaro, Fano, Senigallia, Montemarciano, Ancona, Numana, Porto Recanati, Potenza Picena, Civitanova Marche, Porto Sant’Elpidio, Fermo, Porto San Giorgio, Cupra marittima, Grottammare, San Benedetto del Tronto, Serravalle di Chienti e Pievebovigliana), con il coinvolgimento di stabilimenti balneari, residenti e turisti. Sono gli obiettivi della campagna RiciclaEstate Marche, promossa da Legambiente e Conai (Consorzio Nazionale Imballaggi), giunta alla sua seconda edizione.

L’iniziativa, che si avvale anche del sostegno di Tetrapak , è stata presentata questa mattina ad Ancona in occasione del passaggio della Goletta Verde – la storica imbarcazione di Legambiente a tutela dei mari e delle coste italiane - nelle Marche da Pierluigi Gorani , Area Rapporti con il territorio CONAI; Francesca Pulcini, presidente Legambiente Marche; Andrea Bagalini, responsabile Campagne Legambiente Marche; Serena Carpentieri, portavoce Goletta Verde e alla presenza di Angelo Sciapichetti, assessore all'Ambiente della Regione Marche.

“Solo mettendo in rete le sinergie possiamo realizzare quella filiera virtuosa delle responsabilità fondamentale per fare da traino a quella altrettanto importante del ciclo integrato dei rifiuti – commenta Francesca Pulcini e Andrea Bagalini, rispettivamente presidente e responsabile Campagne di Legambiente Marche –. Dopo il successo dello scorso anno, RiciclaEstate torna per dimostrare che “si può fare” non solo una efficiente raccolta differenziata, ma anche una raccolta di qualità ma soprattutto sensibilizzare i turisti, i cittadini che ridurre, riutilizzare, riciclare e recuperare contribuisce in maniera determinante a migliorare la qualità e l’immagine del territorio nel rispetto delle bellezze naturali, incentiva un turismo sostenibile e rappresenta un volano di sviluppo per l’economia dei luoghi.”

Proprio per fronteggiare nel migliore dei modi il problema dello smaltimento dei rifiuti, nei tre mesi della campagna RiciclaEstate saranno realizzati anche laboratori di riciclo con la distribuzione di materiale informativo presso le spiagge delle località coinvolte con l’obiettivo di aumentare la percentuale di raccolta differenziata migliorandone la qualità, rendere più efficiente la raccolta ed il riciclo dei rifiuti presso i Comuni. I rifiuti depositati alla fine della campagna saranno trasformati in altri prodotti. Un piccolo gesto da parte dai cittadini che alla fine della campagna e grazie all’intervento del Conai permetterà il riciclo dei rifiuti di imballaggio e la trasformazione di quello che prima era solo un rifiuto in una preziosa risorsa.

“Siamo soddisfatti che l’edizione di Riciclaestate Marche – dichiara Pierluigi Gorani , dell’Area Rapporti con il Territorio di CONAI – venga replicata. Rappresenta un’occasione importante per continuare a tenere alta l’attenzione sul tema della raccolta differenziata di qualità, ricordando che ogni rifiuto di imballaggio correttamente separato dai noi cittadini è un rifiuto sottratto alla discarica ed una risorsa che può essere reimmessa nel ciclo produttivo, evitando ulteriori impatti sull’ambiente. Questo è il compito di Conai, che da oltre 15 anni persegue gli obiettivi di recupero e riciclo dei rifiuti di imballaggio di acciaio, alluminio, carta, legno, plastica e vetro. Grazie all’attività del sistema consortile, nel 2014 sono state avviate a riciclo oltre 3,6 milioni di tonnellate di materiali di imballaggio provenienti dalla raccolta domestica, un risultato in crescita del 7,2% rispetto all’anno precedente.”

“Tetra Pak da sempre è impegnata nello sviluppo di prodotti sostenibili, nell'utilizzo sempre più efficiente delle risorse e nella promozione della raccolta differenziata e del riciclo dei propri contenitori su tutto il territorio nazionale. – ha dichiarato Lorenzo Nannariello, responsabile ambiente di Tetra Pak Italia – Nel 2014 sono state raccolte e riciclate in Italia oltre 22.700 tonnellate di confezioni Tetra Pak, pari a circa 1,3 miliardi di contenitori”.

Ancora oggi, purtroppo, ad accomunare molte delle spiagge italiane non è solo il sole e il bel mare, ma soprattutto i rifiuti spiaggiati che si trovano sui litorali. Rifiuti di ogni genere, di tutte le forme e dimensioni: dalle bottiglie e contenitori di plastica, a tappi, stoviglie usa e getta, oggetti derivanti dal comparto della pesca.

Dati preoccupanti confermati anche dal Report Rifiuti rapporto realizzato dall’Arpam e dal servizio Ambiente e Agricoltura della Regione Marche (riferimento al 2013) in cui si analizzano i rifiuti spiaggiati in 14 comuni costieri marchigiani, dove sono stati censiti 13.799.320 kg di rifiuti spiaggiati, per una media di 79.762 kg di rifiuti spiaggiati per km di costa.

Un problema che non riguarda solo le spiagge italiane, ma anche il mare come conferma il monitoraggio sul marine litter eseguita da Goletta Verde lo scorso anno: il mare più “denso” di rifiuti è risultato proprio l’Adriatico con 27 rifiuti galleggianti ogni kmq di mare.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-07-2015 alle 15:31 sul giornale del 04 luglio 2015 - 897 letture

In questo articolo si parla di attualità, raccolta differenziata, legambiente, legambiente marche, Riciclaestate Marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/alte





logoEV