counter

Fano: picchia la moglie, ai domiciliari un pescatore di 44 anni

Violenze 1' di lettura 30/06/2015 - La relazione tra due fanesi, un marinaio 44enne e un’impiegata 51enne, viveva da sempre alti e bassi. La decisione di andare a convivere non aveva migliorato la qualità del rapporto. Le discussioni spesso si trasformavano in liti e talvolta degeneravano in violenze fisiche.

Nel marzo 2015 la donna decide finalmente di chiamare i Carabinieri. Accompagnata al Pronto Soccorso, i medici la congedano con una prognosi di 30 giorni. L’uomo le aveva provocato un trauma cranico, ematomi al volto, frattura di due costole nonché ferite varie alle gambe. La donna denuncia il fatto e durante la stesura dell’atto riferisce ai militari di innumerevoli episodi pregressi mai denunciati.

Nel maggio 2015 il giudice emette nei confronti del pescatore il divieto di avvicinarsi alla moglie ma l’uomo viola sistematicamente gli obblighi provocando alla donna stati di ansia e profondo sconforto. Si rivolge nuovamente ai Carabinieri, ai quali racconta il comportamento minaccioso e molesto dell’uomo. Per il 44enne sono scattati gli arresti domiciliari.






Questo è un articolo pubblicato il 30-06-2015 alle 09:56 sul giornale del 01 luglio 2015 - 1001 letture

In questo articolo si parla di cronaca, lite, violenze, articolo, Francesco Gambini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/aliU





logoEV
logoEV