counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > SPORT
comunicato stampa

Atletica: Brandi e Comini, Allievi d'oro per le Marche

3' di lettura
677

Atletica leggera

Quattro medaglie marchigiane ai Campionati italiani allievi di Milano, con due ori e due bronzi. Era dal 2011 che gli atleti della regione al plurale non riuscivano a conquistare un bottino così ricco nella rassegna tricolore under 18.

Per il secondo anno di fila, si aggiudica il titolo sui 10.000 metri di marcia Giacomo Brandi, fabrianese della Sport Atletica Fermo che in 44’55”74 conferma il successo della scorsa edizione dopo aver vinto quest’inverno anche nei 5000 indoor. Sempre al comando della gara fin dall’avvio, con un ritmo uniforme e senza mai essere impensierito dagli avversari che arrivano a più di un minuto. Allenato a Senigallia da un grande interprete del passato come Carlo Mattioli (quinto sulla 20 km ai Giochi di Los Angeles ’84), nella passata stagione Brandi ha indossato la maglia azzurra alle Olimpiadi giovanili e adesso si candida per la partecipazione ai Mondiali under 18 di Cali (Colombia, 15-19 luglio).

Prima volta da campione italiano invece per Simone Comini, giavellottista dell’Asa Ascoli Piceno cresciuto sotto la guida di Armando De Vincentis. Anche la sua è una gara da protagonista: nettamente il migliore in qualificazione con 65.58 (oltre sei metri di vantaggio sulla concorrenza), si ripete in finale con la misura di 66.57 al secondo lancio che resta imbattibile per gli altri. Una conferma della sua notevole crescita in questa stagione, iniziata con l’argento giovanile nel campionato italiano invernale, e prosegue così la tradizione ascolana dei lanci.

Sui 110 ostacoli, Loris Manojlovic (Collection Atl. Sambenedettese) torna ancora sul podio tricolore con un terzo posto in 14”40. Per l’allievo seguito tecnicamente da Adalgisa Vecchiola è il quarto bronzo della sua giovane carriera: 60hs indoor e 400hs all’aperto nel 2014, da cadetto sui 100hs nel 2013. Stesso piazzamento nel disco per il capolista stagionale Marco Balloni (Asa Ascoli Piceno), allenato a sua volta da Armando De Vincentis, che chiude con 50.77. Ma si fanno valere tanti altri, come la staffetta 4x100 maschile della Sport Atletica Fermo che ottiene la sesta posizione in 44”31 con Vittorio Massucci, Riccardo Flamini, Lucian Chiriac, Riccardo Mari.

E poi tre brillanti settimi posti per merito del martellista sangiorgese Matteo Paci (Tam), al personal best in qualificazione con 54.01 prima del 53.67 in finale, della mezzofondista Azzurra Ilari (Atl. Amatori Osimo), che si migliora con 10’29”64 sui 3000 metri, e di Sonia Kebe (Tam), sprinter di Corridonia in grado di centrare la finale dei 200 metri (25”67 dopo il 25”46 in batteria) e di sfiorarla sui 400 ostacoli, nona e prima delle escluse.

Personal best anche per Elena Pacioni (Atl. Avis Macerata), nona nel disco con 34.81 in qualificazione e 33.06 in finale, e per Riccardo Rocchi (Atl. Avis Macerata), 4’05”18 sui 1500 metri in cui fa segnare il decimo tempo complessivo. Nel martello Benedetta Dell’Osso (Atl. Fabriano) è decima con 47.99 in finale, preceduto dal 48.59 ottenuto nel turno eliminatorio, mentre nel lungo Fabio Santarelli (Tam) si piazza undicesimo (6.49 e 6.22). Sui 1500 metri, non completa la gara il tricolore indoor Simone Barontini (Sef Stamura Ancona).

In Pdf i risultati degli atleti marchigiani.





Atletica leggera

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-06-2015 alle 17:55 sul giornale del 22 giugno 2015 - 677 letture