counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > CRONACA
articolo

Jesi: sequestrato dipinto di Goja esportato clandestinamente in Lussemburgo, nei guai imprenditore jesino

1' di lettura
1216

Francisco Goja

Un imprenditore della Vallesina, Tommaso Fioretti, è finito nella rete dei Carabinieri intorno al ritrovamento di un dipinto attribuito a Francisco Goja.



A seguito delle indagini condotte dai carabinieri guidati dal capitano Carmelo Grasso del nucleo di Tutela Patrimonio Culturale di Ancona insieme al colonnello Luigi Cortellessa vicecomandante del Comando Carabinieri Patrimonio Culturale Italiano, si è scoperta una fitta rete di personaggi e movimenti che hanno tenuto nascosto l'olio su tela "Personaggio seduto, di famiglia spagnola decorato con croce cavaliere di Malta e accreditato presso la corte di Spagna" dal 1988.

Una storia intrecciata, fatta di ricettazione, loschi personaggi, che alla fine è stata scoperta, grazie alle indagini guidate dal Procuratore Bilotta. A capo di tutto ci sarebbe una società di San Marino, gestita dall'imprenditore jesino Tommaso Fioretti, 58 anni, ex amministratore della Metropolitan Building, socio d'affari con Longarini ed già finito sotto accusa per il crack della sala Bingo della Baraccola di Ancona.

Ora il dipinto, del valore di oltre 1 milione di euro recuperato in Lussemburgo, è stato consegnato alla Soprintendenza delle Marche e forse rimarrà nella nostra regione.



Francisco Goja

Questo è un articolo pubblicato il 17-06-2015 alle 14:51 sul giornale del 18 giugno 2015 - 1216 letture