counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > SPORT
comunicato stampa

Moto 3, GP di Catalogna: l'ascolano Fenati tra i primi 10 al Montmelò

2' di lettura
821

Lo Sky Racing Team VR46 è tra i primi dieci anche al GP di Catalogna: Romano Fenati chiude la gara in ottava posizione dopo essere partito dalla 13^casella. Un contatto ai primi giri con Bagnaia e Mcphee costringe il pilota ascolano a staccarsi dai 6 piloti in testa al gruppo, ma un buon passo gara gli permette di scalare 4 posizioni e guadagnare l’ottavo posto finale.

Buona prova di Andrea Migno, che conduce una gara tutta in rimonta, scalando 8 posizioni grazie al buon feeling dopo le modifiche di stamattina al warm up. Il contatto con Hanika a sei giri dalla fine lo manda però sull’asfalto. Per Migno è la quarta gara consecutiva che lo vede lottare per le prime 11 posizioni.


PABLO NIETO / Team Manager: E’ stata una delle gare più difficili dell’anno, ma alla fine siamo riusciti a chiudere con l’ottava posizione una settimana complicata e questo è un dato positivo per noi. Se Romano nei primi giri fosse riuscito a mantenere il contatto con il gruppo di testa, sarebbe sicuramente rimasto davanti insieme agli altri per il resto della gara. Il contatto iniziale con Bagnaia e Mcphee gli è costato il distacco dai primi, che poi hanno continuato a girare a passo di record, era molto difficile riprenderli. Andrea stava lottando per rientrare tra i primi 11, poi la caduta in seguito al contatto con Hanika ha vanificato tutto. Può ritenersi comunque soddisfatto perché sta migliorando molto e questi progressi devono incoraggiarlo per le prossime tappe.

ROMANO FENATI: E’ stata una partenza complicata, il contatto con Bagnaia e Mcphee ha provocato quel distacco che poi non sono riuscito a recuperare, nonostante avessi un buon passo. Con una prima parte di gara diversa e senza imprevisti, avrei sicuramente potuto giocarmela nel gruppo di testa, giravo forte e l’impresa non sarebbe stata impossibile. Andiamo ad Assen convinti di poter ottenere risultati migliori.

ANDREA MIGNO: Senza il contatto con Hanika a pochi giri dalla fine, avrei potuto continuare a lottare per le prime 11 posizioni. Sono comunque contento del passo, anche dopo il buon lavoro di squadra che già stamattina al warm up aveva portato a delle modifiche efficaci. Già da stamattina, infatti, avevo un feeling diverso rispetto agli ultimi giorni e riuscivo ad affrontare meglio le ultime due curve. Andiamo ad Assen con una marcia in più, convinti di poter migliorare ancora.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-06-2015 alle 14:35 sul giornale del 15 giugno 2015 - 821 letture