counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > ATTUALITA'
comunicato stampa

Jesi: tagli al sociale, Insieme civico fa una proposta al Consiglio Regionale

3' di lettura
557

Insieme Civico

Il  gruppo "Insieme Civico"  in seguito al Consiglio Comunale tenutosi giovedì 11.06 ove si è trattato  del mancato finanziamento del Fondo Sociale  da parte della Regione che di fatto ha tagliato risorse  da 34 ad 1 milione di euro, intende fare alcune  riflessioni sull'argomento e formulare una proposta ai Consiglieri Regionali neoeletti.

Preoccupa questa scelta indecente e scellerata, ( così definita anche dal capogruppo PD in Consiglio) adottata dal Consiglio Regionale sulla variazione di bilancio nell'aprile 2015, in quanto colpisce negativamente tante persone che hanno problemi gravi di salute e tante persone che con il proprio lavoro assistono con amore e sacrificio dando una speranza di vita migliore chi si trova in posizione di svantaggio.

Fare il politico oggi è difficile, ma colpisce in profondità il solo pensare che chi ha preso decisioni così drastiche per chi vive i drammi familiari lo possa aver fatto con superficialità e con la tranquillità di chi , comunque , percepisce lauti guadagni dalla funzione politica che svolge grazie al voto dei cittadini tutti che hanno creduto in loro!!!

Certo non ci si deve meravigliare se poi, come si è verificato nelle ultime elezioni regionali, il 50% degli elettori non ha espresso il proprio voto!

Ora ci chiediamo se i Consiglieri Regionali Acaci, Scarpetti, Badiali, Bellagamba, Busilacchi, Camela, Cardogna, Comi, Donati, Eusebi,Giancarli, Giannini,Giorgi, Latini, Lucchetti, Malaspina, Marconi, Mezzolati, Ortenzi, Perazzoli, Ricci,Sciapetti; Solazzi, Travesini che hanno votato il bilancio ad aprile togliendo il finanziamento al sociale hanno pensato per un momento al danno che avrebbero causato ed alle difficoltà che sarebbero sopraggiunte per quella parte della popolazione che più ha bisogno di aiuti.

Molti di questi Consiglieri sono stati rieletti e dovrebbero riflettere come noi sulle conseguenze di quel voto sciagurato e ci chiediamo e chiediamo loro se mai hanno pensato di destinare parte dei propri compensi ( dagli 8 mila euro ai 10 mila euro) ad un fondo sociale per ammortizzare questo assurdo taglio.

La politica dovrebbe essere fatta per passione e non per professione o per denaro, e sarebbe un bel gesto dei nuovi Consiglieri Regionali cedere una parte dei compensi per creare un fondo che possa consentire un aumento delle ore di assistenza (se per esempio: i 30 consiglieri vi destinassero ciascuno 4 mila euro al mese, sarebbero 120 MILA euro al mese che moltiplicati per 1 anno destinerebbero al sociale 1.440.000,00 euro e per 5 anni sono 7.200.000,00= euro ai quali si dovrebbero aggiungere poi anche gli Assessori).

Sicuramente questa proposta sembrerà irreale qualcuno penserà che siamo dei marziani … ma noi crediamo che fare politica significa stare vicini alle persone , ascoltare e capire le problematiche anche di chi affronta difficoltà quotidiane , ricordarsi di tutti al momento di prendere decisioni e valutare con attenzione le ripercussioni che certe decisioni " scellerate" possono avere sui cittadini , specialmente sui più deboli.



Insieme Civico

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-06-2015 alle 14:10 sul giornale del 15 giugno 2015 - 557 letture