counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > ATTUALITA'
comunicato stampa

Jesi: Ripa Bianca, una piccola Yellostone

2' di lettura
1235

I due cuccioli di capriolo nati a Ripa Bianca

Ma sembra il parco di Yellostone! Questo è stato il commento a una foto postata su Facebook di una mamma di capriolo mentre allattava i suoi due piccoli, nell'area umida della Riserva, in mezzo a Garzette e Aironi Guardabuoi.

Il capriolo ha deciso di partorire nella vegetazione che circonda l'area umida e da più di due settimane frequenta tranquillamente la zona umida.

  Anche i fotografi naturalisti della riserva hanno stentato a credere ai loro occhi quando, alle sei di mattina, dalle feritoie dei capanni di birdwatching, in mezzo alle decine di marangoni minori, garzette e aironi guardabuoi che stavano mangiando tritoni, hanno visto una mamma di capriolo che con le zampe immerse in 20 cm. d'acqua tranquillamente allattava i suoi due cuccioli, evento già raro in quanto normalmente una femmina di capriolo ne partorisce uno solo.  

L'evento conferma l'importanza della Riserva per il rifugio e riproduzione di molte specie di animali ed in particolare uccelli, mammiferi e anfibi. Anche quest'anno la stagione riproduttiva nella Riserva Naturale Ripa Bianca ha avuto un ottimo successo con la presenza di ben 6 specie di ardeidi nidificanti, numerose coppie di gruccioni e oltre 10 nidi di marangoni minori, unico sito di nidificazione di questa specie per le Marche e tra i pochi nel centro e sud Italia. Il Marangone minore è una  specie molto rara o oggetto di un piano di conservazione dal parte dell'ISPRA, Istituto di Ricerca del Ministero dell'Ambiente.

  L'aumento continuo negli anni della biodiversità all'interno della Riserva Naturale Ripa Bianca di Jesi conferma l'importanza di questa piccola area protetta e il successo nel conciliare la fruizione di circa 4.000 persone all'anno, la didattica e la conservazione della natura.



... La mamma di capriolo con i suoi piccoli


I due cuccioli di capriolo nati a Ripa Bianca

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-06-2015 alle 13:18 sul giornale del 15 giugno 2015 - 1235 letture