Jesi: rintracciato un pericoloso clandestino tunisino, espulsione immediata

Polizia di stato 1' di lettura 29/05/2015 - Nel corso della scorsa notte una pattuglia della Polizia Stradale di Jesi, impegnata in attività di controllo del territorio ha rintracciato un’autovettura con a bordo due stranieri.


Lo stato di agitazione dei due soggetti ha insospettito gli agenti della Stradale che hanno immediatamente svolto controlli più approfonditi sui nominativi. Uno di essi aveva fornito generalità di un soggetto iracheno, risultato inesistente.

Gli approfondimenti sull’identità, grazie alla banca dati AFIS, hanno permesso di scoprire che si trattava, infatti, di un trentenne tunisino, con una serie di condanne per tentato omicidio e porto abusivo di armi nonché per spaccio ed uso di stupefacenti. Sul soggetto gravavano già un provvedimento di espulsione con invito a lasciare il territorio nazionale –in occasione del quale lo straniero aveva posto in essere condotte autolesionistiche- e divieto di dimora nel territorio di Ancona, attesa la reiterazione dei reati specifici.

Immediato il rilascio di un nuovo decreto di espulsione con accompagnamento coatto presso la frontiera. Lo straniero irregolare è stato accompagnato presso il C.I.E. di Bari in attesa di essere rimpatriato. L’impegno della Stradale nel controllo del territorio soprattutto nelle ore notturne è continuo, come peraltro dimostrato dall’altro reintraccio di due cinesi irregolari avvenuto nei giorni scorsi lungo la statale 76.


di Cristina Carnevali
redazione@viverejesi.it





Questo è un articolo pubblicato il 29-05-2015 alle 17:01 sul giornale del 30 maggio 2015 - 463 letture

In questo articolo si parla di cronaca, jesi, cristina carnevali, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aj9C