Urbino: operazione "Watussi", indagata società pallavolistica

Guardia di Finanza 1' di lettura 28/05/2015 - Le fiamme gialle del Comando Provinciale di Pesaro-Urbino stanno eseguendo dalle prime ore del mattino 34 perquisizioni domiciliari, nelle province di Pesaro e Urbino, Forlì, Ravenna, Rimini e Bari.

Le indagini, delegate alla Compagnia di Urbino dal Procuratore della Repubblica f.f. di Urbino, dott.ssa Irene Lilliu, interessano una società sportiva nel settore della pallavolo sita nel territorio di Urbino ed altre 5 associazioni sportive in provincia di Pesaro-Urbino, Rimini e Forlì.

I reati ipotizzati dagli inquirenti vanno dalla dichiarazione fraudolenta, all’omessa o infedele dichiarazione, per finire all’emissione ed annotazione di fatture per operazioni inesistenti.

Le condotte delittuose sarebbero state commesse al fine di aggirare la tassazione dei ricavi conseguiti da una società sportiva, avvalendosi indebitamente delle agevolazioni fiscali previste per le associazioni sportive e utilizzando, altresì, fatture relative a prestazioni mai rese o rese in parte.

Gli indagati, allo stato attuale, sono i tre legali rappresentanti della società e delle associazioni, cui oggi è stata notificata l’informazione di garanzia.






Questo è un articolo pubblicato il 28-05-2015 alle 09:27 sul giornale del 29 maggio 2015 - 924 letture

In questo articolo si parla di cronaca, pesaro, guardia di finanza, roberta baldini, finanza pesaro, news pesaro, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aj4I